...


Il programma LIFE salverĂ  la Ginestra bianca e le dune

Lo hanno riferito al ritorno da Bruxelles,  il sindaco Mario Caruso e il vice sindaco Francesco Paletta

LaRedazione

CIRO', domenica 14 ottobre 2012.

Romano-Paletta-Caruso alla conferenza stampa

Attraverso il programma LIFE che cofinanzia progetti a favore dell’ambiente nell’Unione europea, arriva la salvaguardia dell’area SIC della Ginestra bianca e delle Dune della Marinella, ma solo a partire dal 2014; lo hanno riferito al ritorno da Bruxelles,  il sindaco Mario Caruso e il vice sindaco Francesco Paletta. Tra le novitĂ  riguardante la Ginestra la sua nuova perimetrazione,  ed una recinzione, ma anche  la possibilitĂ  di creare un indotto ecocompatibile con l’ambiente che possa attirare turismo.

Ginestra bianca fiorita

Tra le novità  annunciate dall’amministrazione anche l’intenzione di passare  alla differenziata ed al riciclaggio sfruttando il sito di stoccaggio Coppa-Murdace già nato anni fa per la raccolta dei rifiuti e mai decollato. Quindi è intenzione dell’amministrazione  creare  un’isola ecologica.  Ma per fare questo ha detto il sindaco- occorre ridurre i costi in modo da avere più risorse nel bilancio, e nello stesso tempo dobbiamo  stimolare ha detto- la cittadinanza affinchè collaborano a tale progetto ambientale. Dobbiamo essere noi in grado di vendere i nostri prodotti  riciclati, solo così possiamo fare cassa anche attraverso i rifiuti, come ottenere energia dall’ambiente, salvaguardandola.

Duna dell' elefante – nuovo rinvenimento

Oggi i rifiuti prosegue- ci costano ben 400 mila euro l’anno, solo la riduzione dei costi ci permetterà di metterci in proprio e gestire i nostri rifiuti. E ancora tra le novità introdotte grazie alla missione  Bruxelles c’è anche uno scambio culturale tra il sud Europa attraverso Cirò e Saracena con i loro vini e passito, la Francia  di  Bordeaux  fino a toccare i paesi scandinavi, scambi che avverranno con l’ausilio dei fondi comunitari. Creare nel territorio cirotano un premio Enologico del vino Cirò Doc, ed in occasione della prossima giornata mondiale di Lilio, esporre a Bruxelles oltre al  nostro vino, la riforma Liliana e gli altri personaggi   illustri tra cui Lacinio di cui chiederemo prossimamente anche per lui una giornata mondiale, grazie alla sua riscoperta per mezzo del ricercatore del Cnr Francesco Vizza il quale sta riscoprendo numerosi documenti inediti che lo valorizzerà come ha fatto con Lilio. Per questo conclude il sindaco, in questi cinque anni abbiamo seminato cultura ed ora ne stiamo raccogliendo i frutti.

 

19 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *