...


Dai PISL due milioni e 300 mila euro per Cirò

Serviranno per ripristinare la casa nativa di Luigi Lilio,  la neo cantina ex Giara ed il centro storico

LaRedazione

CIRO', sabato 20 Ottobre 2012.

Sindaco di Cirò

Dai PISL due  milioni  e 300 mila euro, è, questa, la cifra complessiva dell’investimento che interesserà anche e soprattutto la Cirò, città del vino e di Lilio, soldi che serviranno per ripristinare la casa nativa di Luigi Lilio, interesserà il centro storico e la neo cantina ex Giara. In particolare sono stati, infatti, approvati tutti e 3 i progetti relativi ai PISL che hanno visto e vedranno il comune e la comunità di Cirò protagonista: uno di 900 mila euro nel settore delle attività produttive, progetto del quale Cirò risulta essere capofila di tutti i comuni della provincia di Crotone, che interesserà la struttura dell’ex Giara, destinata ad ospitare la sede del PANKRO; il secondo in tema di sistema turistico locale che riguarda solo Cirò e che prevede l’acquisizione e ristrutturazione della Casa di Aloysius Lilius per 200 mila euro; ed un terzo, nel quale Cirò è ancora una volta capofila, per “I borghi d’eccellenza/di Bisanzio” insieme a Caccuri, Belvedere Spinello e Umbriatico, di un milione e 200 mila euro. La cifra che interesserà direttamente il Comune di Cirò è circa un milione e 500 mila euro.

Soddisfazioni giungono dal primo cittadino Mario Caruso, il quale in una nota ha riferito che:” Come annunciato ieri mattina, in conferenza stampa dal Presidente della Regione Giuseppe Scopelliti e dall’Assessore al Bilancio Giacomo Mancini, entro una settimana vi dovrebbero essere le firme delle convenzioni ed entro dicembre prossimo, invece, dovrebbero partire le procedure per le gare d’appalto; È uno dei più grandi e strategici obiettivi che si realizza – ha commentato ancora  il  sindaco. Un investimento di notevole portata che riconosce la qualità e le intenzioni sottese alle proposte delle quali si è resa interprete, da sola e insieme agli altri comuni, l’Amministrazione Comunale di Cirò. Si apre adesso – continua Caruso – una nuova stagione di impegno e di opportunità per la comunità e per il territorio interessato, sulla strada di quello sviluppo sostenibile e durevole al quale la squadra di governo che ho l’onore di guidare, si sente vincolata ogni giorno e per ogni progetto. Adesso – conclude – bisogna rimboccarsi le maniche e lavorare anche perché questa è la dimostrazione che bisogna tenere alta l’attenzione sulla progettazione e sulle iniziative a medio e lungo termine, senza piangersi addosso. Perché il futuro non si attende, ma si prepara”.

 

0 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *