...


Premio Biagi, incontro con Bice e Carla

Ricevute dal sindaco Vallone che ha ricordato l’inimitabile opera del loro famoso papà giornalista e scrittore

Mimmo Stirparo

CROTONE, venerdì 11 gennaio 2013.

Bice e Carla Biagi

Stamane nella sala consiliare del municipio di Crotone, tappezzata di cartelloni realizzati dagli studenti tra cui uno splendido disegno del grande giornalista Enzo Biagi sorridente seduto al suo tavolo di lavoro, ha avuto luogo l’attesissimo incontro con Bice e Carla Biagi figlie del grande ed indimenticabile giornalista e scrittore nell’ambito del Premio “Nati per Scrivere – Enzo Biagi”. Oggi 11 gennaio, non è un caso ma il ricordo di quel giorno del 1939 quando Enzo Biagi pubblicava il suo primo articolo per l’Avvenire d’Italia. Nella platea si è respirato un’atmosfera di entusiasmo e vivacitĂ  per la presenza di tantissimi studenti delle scuole cittadine che nelle settimane scorse hanno partecipato ai vari incontri con i giornalisti. Le signore Biagi sono state ricevute dal sindaco Peppino Vallone che ha voluto ricordare l’inimitabile opera del loro famoso papĂ  giornalista e scrittore: “ una figura esemplare di giornalista al servizio della veritĂ  e della gente. Un uomo libero. Un uomo che non ha bisogno di aggettivi”. ”La libertĂ  non ha bisogno di aggettivi” è la famosa citazione di Biagi che l’Amministrazione comunale ha voluto far propria per essere incisa sulla targa commemorativa consegnata dal sindaco a Bice e Carla Biagi realizzata dal maestro orafo Gerardo Sacco presente all’incontro.

A seguire l’assessore alla Pubblica Istruzione e vice sindaco Anna Curatola ha ricordato che gli incontri settimanali con gli studenti attorno alla comunicazione ed informazione sono stati originati dal desiderio di espressione degli stessi giovani. La stessa Curatola non ha mancato di ringraziare dirigenti scolastici, insegnanti, i giornalisti della carta stampata e della televisione per la collaborazione offerta per la buona riuscita del Premio “Nati per Scrivere – Enzo Biagi”. Quindi sono intervenuti gli studenti della scuola media “Anna Frank”, dell’Istituto “Benedetto XVI”e del Tecnico Industriale “Donegani” per raccontare e far rivivere il Biagi, per i quali “era un uomo che aveva il coraggio di entrare nella vita degli altri”; “è stato il giornalista italiano piĂą coraggioso e profondo che sia esistito”; “vedeva la libertĂ  come la poesia”; “Enzo Biagi mi ha aperto la mente ed è una figura dalla quale i giovani debbono prendere esempio”. A conclusione dell’incontro un video che, attraverso foto e musiche, ha ripercorso la vita personale e professionale di Biagi. Emozionate e commosse Bice e Carla Biagi hanno ringraziato i ragazzi della loro vivacitĂ  espressiva e spontaneitĂ , ricordando che il loro genitore “non era un eroe, era una persona perbene”.

0 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *