...


I ragazzi dell’Alcmeone nei luoghi della letteratura novecentesca

In Sicilia per vedere i posti che hanno ispirato scrittori come Verga, Pirandello e Quasimodo

La Redazione

Crotone, venerdì 03 maggio 2013.

Pirandello_Verga_Quasimodo_Sciascia

Dal 23 al 26 Aprile gli studenti delle 2^ e 3 ^ classi della Scuola Secondaria di I° grado dell’Istituto Comprensivo “Alcmeone” di Crotone si sono recati in Sicilia per visitare alcuni luoghi significativi della storia dei più importanti esponenti della letteratura italiana novecentesca. Un itinerario pensato per far rivivere le loro opere non solo attraverso l’immaginazione o la fantasia, ma per far constatare, guardare e toccare personalmente oggetti, case, strade, posti che hanno ispirato scrittori come Verga, Pirandello e Quasimodo. Sono state le docenti Maria Stella Sisia, Eugenia Romano e Angela Scarcella a guidare gli alunni in questo percorso didattico che ha permesso loro di sfogliare le pagine della Sicilia così come l’hanno raccontata e vissuta i più grandi scrittori di questa meravigliosa isola. Dopo l’immancabile tappa al Duomo di Messina e al suo famoso orologio astronomico, i ragazzi, giunti sulle pendici dell’Etna, hanno fatto una breve sosta didattico-scientifica: dopo una passeggiata sino ai crateri secondari hanno visitato il Museo Didattico Scientifico della Lava che ha offerto loro l’emozione di entrare nel vivo delle eruzioni vulcaniche mediante modelli tridimensionali a grande scala, gigantografie e immagini satellitari. Successivamente si sono recati ad Acitrezza per far visita al Museo “Casa del Nespolo” dove vi sono custoditi piccoli ricordi che richiamano il modo in cui vivevano, miseramente, i protagonisti del grande romanzo di Verga “I Malavoglia”.

Altra tappa emozionante è stata a Catania, alla Casa-Museo di Giovanni Verga, casa natale dove trascorse la sua infanzia e risiedette per lunghi periodi circondato dai familiari e dagli amici più cari. Si è poi passati al Parco Letterario “Salvatore Quasimodo” a Modica costituito da due poli: la casa natale e la Quasimodoteca dove, grazie a sistemi multimediali, è stato possibile effettuare una virtuale immersione nelle sue poesie. Trovandosi a Modica non si è potuto fare a meno di una piccola sosta al Museo del Cioccolato dove i ragazzi hanno potuto ammirare goduriose e spettacolari sculture di cioccolato tra cui un bassorilievo che riproduce l’Italia in scala. Momento entusiasmante per i ragazzi è stata la visita alla casa “Marinella” conosciuta anche come casa Montalbano e oggi trasformata in Bed&Breakfast; seguendo le tracce del commissario Montalbano hanno potuto ammirare con grande esaltazione le splendide acque dove si tuffa il commissario nelle sue nuotate mattutine e i luoghi che fanno da scenario alla serie televisiva ispirata al romanzo di Camilleri. Ultima tappa ad Agrigento, alla Casa Museo di Luigi Pirandello, una costruzione rurale di fine ‘700 le cui stanze con vista sulla campagna ospitano una vasta collezione di fotografie, recensioni e onorificenze. E’ stata, dunque, un’esperienza a base di divertimento e apprendimento che ha permesso ai ragazzi di approcciarsi alla letteratura italiana in modo più leggero e piacevole. Al termine di questo viaggio i giovani studenti tornano a casa stanchi ma, comunque, soddisfatti di aver avuto quest’ opportunità significativa grazie alla quale hanno potuto aggiungere un piccolo tassello al puzzle delle conoscenze didattiche che la scuola offre loro.

3 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *