...


Di…Vino Jazz, ad Altomonte arriva il Kekko Fornarelli Trio

Concerto in programma stasera in piazza Tommaso Campanella

La Redazione

Altomonte, venerdì 20 settembre 2013.

Kekko Fornarelli Trio featuring CherilloGiro di boa per la decima edizione del Di..Vino Jazz, dopo l’apprezzabile successo ottenuto nei primi due giorni di programmazione, con la musica jazz che ritorna protagonista ad Altomonte grazie all’atteso concerto del Kekko Fornarelli Trio, appuntamento di grande rilievo fortemente voluto dal direttore artistico del Festival, Francesco Gallavotti. Il concerto si terrà oggi 20 settembre 2013, con inizio alle ore 21.30, nello scenario aperto di Piazza Tommaso Campanella. Quello del Trio è il progetto più duraturo del musicista Kekko Fornarelli, che da ormai due anni a questa parte porta la sua musica in giro per il mondo (più di 150 date fra Europa, Asia, Australia, oltre l’album “Room of mirrors” che ha visto tre ristampe e innumerevoli download dal web).

Da sottolineare che, lo scorso anno, questo progetto di gruppo si è posizionato fra le dieci migliori formazioni italiane nella classifica stilata da Jazz It per il Jazzit Awards 2012. Pertanto, anche ad Altomonte, con il pianista e compositore pugliese, suonerà il batterista Dario Congedo, mentre al contrabbasso ci sarà Giorgio Vendola. Tre virtuosi del jazz italiano, per un’inconsueta interpretazione della più classica delle formazioni jazz, che incarna tutte le aspirazioni di Fornarelli verso un’idea di musica quasi universale, da vivere e percepire a tutto tondo. L’insieme musicale che si presenterà ad Altomonte, in feat. con Roberto Cherillo, una delle voci maschili più importanti d’Italia, che ha debuttato due mesi fa in Portogallo al Tass Jazz Festival, arricchisce ulteriormente uno spettacolo già vincente. La voce pura e semplice di Cherillo, incredibilmente estesa e che al tempo stesso disegna spazi infiniti, insieme al virtuosismo pianistico di Fornarelli e a quelle distorsioni elettroniche che caratterizzano il suo suono, oltre l’eccezionale alchimia che si crea con la sessione ritmica, danno origine ad uno spettacolo unico, che varia dal rock al trip- hop, passando per la pura improvvisazione jazz e la musica classica.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>