...


Celebrata a Ciro’ Marina la Festa dell’Unita’ Nazionale con tanti bambini delle Scuole

Il Sindaco, Nicodemo Parrilla: Questa ricorrenza possa registrare un rinnovato interesse insieme a chi rappresenta il futuro della memoria, i giovani e i bambini

Oscare Grisolia

Ciro' Marina, sabato 05 Novembre 2016.

ciro-marina-festa-unita-nazionale-2016-9Come ogni anno, anche quest’anno il 4 novembre è stato celebrato, ma sottolineando questa volta, piĂą marcatamente, la necessitĂ  che “questa ricorrenza possa registrare un rinnovato interesse insieme a chi rappresenta il futuro della memoria, i giovani e i bambini”, come ha detto il Sindaco, Nicodemo Parrilla nel suo intervento finale, davanti alla stele dedicata ai caduti, in piazza Diaz. Presenti  tutte le autoritĂ  militari della cittĂ , i giovani alunni, i bambini delle scuole e i piccoli delle scuole dell’infanzia, unitamente a mondo associazionistico.  II 4 novembre 1918 aveva termine il 1° conflitto mondiale – la Grande Guerra – un evento che ha segnato in modo profondo l’inizio del ‘900 e che ha determinato radicali mutamenti politici e sociali. La data, che celebra la fine vittoriosa della guerra, commemora la firma dell’armistizio siglato a Villa Giusti (Padova) con l’Impero austro-ungarico ed è divenuta la giornata dedicata alle Forze Armate. Una giornata nella quale in tutta Italia si intende ricordare, in special modo, tutti coloro che, anche giovanissimi, hanno sacrificato il bene supremo della vita per un ideale di Patria e di attaccamento al dovere: valori immutati nel tempo, per i militari di allora e quelli di oggi, per gli uomini e donne di allora e quelli di oggi, impegnati non piĂą nei campi di battaglia ma, come avviene oggi,  a salvare immigrati sulle carrette del mare, a difendere la libertĂ  negata  di altri fuori dal nostro territorio.  “Un ruolo che oggi è cambiato – – ma che ribadisce i valori di libertĂ , democrazia, senso di Patria in tutti i luoghi dove i nostri militari sono chiamati in missione di pace. E con essi il principio di solidarietĂ , come dimostra il loro intervento nelle zone colpite dal sisma e il senso di un’UnitĂ  nazionale che, partendo dalle culture diverse dell’Italia, proprio attraverso le forze armate si sta rafforzando.” Concetto ribadito nel suo intervento di saluto, dal Capitano del Comando Carabinieri  di Cirò Marina, Alessandro Epifanio. La cerimonia del 4 Novembre, alla presenza delle autoritĂ  civili e militari, è partita in mattinata con una messa nella chiesa di S.Cataldo, officiata da don Gianni Filippelli, dove si sono ritrovati studenti, forze armate locali, Istituzioni, associazioni e volontari. Al termine della S.Messa dedicata ai caduti di tutte le guerre, proseguendo poi a deporre una corona d’alloro al monumento a loro dedicato. Qui gli interventi del Capitano e del Sindaco, prima di recarsi nell’area portuale per gettare una corona dedicata ai caduti in mare. Infine il sciogliete le fila al d grido di “Viva L’Italia”.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *