...


Mostra al Castello di Santa Severina dal titolo “Indossare la storia”

il Liceo Classico “D. Borrelli” si è classificato al primo posto nazionale per ilbando MIUR art. 990 del 01.10.2015 “Progetti didattici nei musei”

La Redazione

Santa Severina, mercoledì 29 marzo 2017.

Mostra al castello di S. Severina dal titoloIndossare la storiaIl giorno 5 aprile 2017 alle ore 10,30 verrà presentato, presso ilcastello normanno di Santa Severina, il progetto:“Museo del Costume Storico di santa Severina”con il quale il Liceo Classico “D. Borrelli” in rete con il Comune di Santa Severina, si è classificatoal primo posto nazionale per ilbando MIUR art. 990 del 01.10.2015 “Progetti didattici nei musei, nei siti di interesse archeologico,  storico e culturale o nelle istituzioni culturali e scientifiche” (D. L. n.104/2013, art.5).

La finalitĂ  primaria del progetto è quella di favorire negli studenti la fruizione consapevole e il senso di appartenenza al patrimonio culturale del paese.L’attivitĂ  è stata mirata allo studio, alla catalogazione e ad un primo allestimento del Museo del Costume Storico di Santa Severina da attuare tramite il recupero e il restauro dei costumi di proprietĂ  del Comune di Santa Severina e del Liceo classico “D. Borrelli”.L’idea progettuale è stata quella di recuperare due collezioni di rilevante valore storico – culturale e di promuoverle e valorizzarle tramite l’esposizione didattica prima nel Liceo e,a partire dal5 aprile,  nel castello di Santa Severina, per favorirne la fruizione ai visitatori ed ai turisti interessati.

La manifestazione sarà preceduta da una breve presentazione del progetto realizzato dagli allievi del Liceo “D. Borrelli” nell’ambito di un’attività di alternanza scuola lavoro curata da Itineraria Bruttiionluscui seguirà l’apertura della mostra “Indossare la Storia”.

I materiali inventariati ed esposti nella mostra sono costituiti da 80  costumi storici di proprietà del Comune di Santa Severina e di oltre 150 abiti teatrali a disposizione del Liceo Classico “D. Borrelli” di Santa Severina.  I costumi sono tutti di rilevante valore culturale e nella maggior parte di buonissima fattura, realizzati in fogge ed apparati decorativi di ottimo stile, il cui restauro è stato curato in collaborazione con il laboratorio di sartoria femminile della Casa Circondariale di Castrovillari coordinato da Itineraria Bruttii.

La catalogazione dei vestiti è stata realizzata tramite l’uso di manuali e schede prodotti dall’ ICCD (Istituto centrale per il catalogo e la Documentazione)  secondo il modello di catalogazione VEAC (Vestimenti antichi e contemporanei).

Alla realizzazione del progetto hanno collaborato anche il Comune di Santa Severina, le associazioni Itineraria Bruttiionlus e Castelfiaba e la Soc. coop. Aristippotouring service, ente gestore dei servizi turistici del castello di Santa Severina.

All’inaugurazione saranno presentil’assessore all’Istruzione ed alla Cultura della Regione Calabria dott.ssa Federica Roccisano, il Direttore generale dell’ U.S.R.C. prof. Diego Bouché, il Soprintendente all’Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le Province di Catanzaro, Cosenza e Crotone prof. Mario Pagano, la dott.ssa M. Luisa Mendicino direttore della Casa Circondariale di Castrovillari.

Salva

17 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *