...


Altomonte, presentati gli interventi del progetto “Fare Scuola”

Inaugurati i nuovi ambienti della Scuola dell’Infanzia di contrada Morbone-Casello, dell’Istituto Comprensivo “G. Zanfini” di Altomonte, riqualificati con il progetto “Fare scuola”.

La Redazione

Altomonte, sabato 08 aprile 2017.

ALTOMONTEPRESENTATI GLI INTERVENTI DEL PROGETTOFARE SCUOLA1 Presenti  il Vice Sindaco di Altomonte,  Mimmo Giglio, Lina Fittipaldi, Assessore al Turismo, Cultura e Istruzione, e Danilo Verta, Consigliere Comunale,  Maria Domenica Raimondi, Vicario del Dirigente Scolastico, e Rossella Sirianni, Responsabile Enel – Affari Istituzionali Territoriali Calabria sono stati inaugurati i nuovi ambienti della  Scuola dell’Infanzia di contrada Morbone/Casello, dell’Istituto Comprensivo “G. Zanfini” di Altomonte, riqualificati con il  progetto “Fare scuola”.

Fare Scuola è un progetto nato dall’incontro di Fondazione Reggio Children-Centro Loris Malaguzzi ed Enel Cuore Onlus, che ha l’obiettivo di migliorare la qualità degli ambienti scolastici, della scuola dell’infanzia e della scuola primaria, e di accrescere il benessere di coloro che abitano la scuola, favorendo processi di creatività, socializzazione, condivisione e l’assunzione di atteggiamenti di cura delle relazioni e dell’ambiente.

Quello effettuato nel territorio di Altomonte è, infatti, uno dei sessanta interventi che, nell’arco di tre anni, verranno realizzati in altrettante scuole d’infanzia e primarie italiane. In Calabria in totale saranno quattro gli istituti coinvolti.

ALTOMONTEPRESENTATI GLI INTERVENTI DEL PROGETTO FARE SCUOLA2L’obiettivo di migliorare la qualità degli ambienti scolastici, intesi come contesti di apprendimento e luoghi di relazione, prende forma nella Scuola dell’Infanzia dell’Istituto Comprensivo “G. Zanfini” attraverso la qualificazione dello spazio di ingresso, in modo da valorizzare la multifunzionalità di una piazza interna che svolge diverse funzioni: accoglienza e attesa, gioco e attività psicomotorie. Lo spazio esterno viene evidenziato da un portale con un disegno personalizzato e fortemente policromatico, al fine conferirgli una maggiore identità, un maggior impatto comunicativo e una diversa qualità ambientale.

Per la realizzazione di tale intervento è stata fondamentale l’attività di un apposito gruppo di lavoro, composto da rappresentanti di Fondazione Reggio Children e di Enel Cuore Onlus, e la costante collaborazione e partecipazione dell’amministrazione comunale, della dirigenza scolastica e delle insegnanti della scuola.

L’assessore Lina Fittipaldi, ha commentato “Siamo stati estremamente lieti di collaborare con la Fondazione Reggio Children e con Enel Cuore per la realizzazione del progetto di riqualificazione degli spazi della scuola dell’infanzia di Contrada Morbone. Un progetto che non ha previsto semplicemente interventi strutturali sull’edificio scolastico ma contiene una visione pedagogica che aiuta la scuola, attraverso il coinvolgimento diretto degli educatori e delle famiglie, ad essere sempre piĂą vicine ai bisogni educativi dei bambini”. L’Assessore conclude ringraziando a tutte le persone che hanno contribuito alla realizzazione del progetto, che vede la scuola e le nuove generazioni elementi basilari per lo sviluppo della nostra comunitĂ .

“Siamo lieti – ha dichiarato durante la cerimonia Rossella Sirianni, Responsabile Enel Affari Istituzionali Calabria – di inaugurare la seconda delle quattro scuole calabresi individuate nell’ambito del progetto fare scuola. Abbiamo ripensato agli spazi della scuola con interventi non solo strutturali, ma che contengono una visione pedagogica che avvicina i luoghi di apprendimento ai bisogni dei bambini. Questo è uno dei tanti modi scelti da Enel per essere presenti sul territorio in cui l’azienda opera”.

 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>