...


Lamezia Terme, Incontro-dibattito: all’orizzonte “condividere il mondo”

Cataldo Nigro, Presidente Anteas Calabria, ha reso noto il contributo offerto alla causa comune con la fornitura dei farmaci utili a guarire le ferite fisiche, quanto ad aiutare le persone sole e ammalate

La Redazione

Lamezia Terme, venerdì 19 maggio 2017.

Incontro-dibattitoall’orizzontecondividere il mondo1Nei locali della Curia Vescovile di Lamezia Terme si è tenuto il Convegno tematico: Condividere il Mondo.
“Le religioni per il dialogo della vita” hanno partecipato Don Giacomo Panizza – Presidente  Associazione – progetto sud; Mons.Luigi Cantafora-vescovo della Diocesi;Mons.Ignatius  Ayau  KAIGAMA-Vescovo di Ios e Presidente della Conferenza Episcopale Nigeriana oltre alle Associazioni di Volontariato che hanno aderito al  progetto”B.U.S”(Buone Uscite dallo Sfruttamento).

Un  dibattito vivace,colorito e  partecipato che ha registrato la presenza di molte persone di colore che si sono confrontate sul valore della vita e sulla necessità di approfondire le regole  per  abitare il mondo ovunque ognuno,per scelta o  necessità, si colloca ancorandosi sempre nella religione.

Nutrito il dibattito che ha inteso evidenziare  i disagi,le difficoltà ma anche le positività vissute  attraverso la solidarietà religiosa dei tanti che accettano e rispettano  l’altro inteso come fratello nella logica cristiana.

Incontro-dibattito all’orizzonte condividere il mondoLa presenza di Mons.Kaigama è servito ad avvicinare le persone per  meglio conoscere le condizioni dei Nigeriani che si trovano in Calabria unitamente ai tanti immigrati presenti e provenienti da varie nazionalità del mondo.

Il compiacimento della Chiesa locale per l’ iniziativa ’  è venuto puntuale da Mons. Cantafora che ha  illustrato il ruolo della Chiesa nel contesto del fenomeno immigrazione in Calabria,mentre Don Panizza ha sottolineato  il motivo dell’incontro per  superare pregiudizi e difficoltà che ogni  cittadino vive. Inoltre i valori del progetto B.U.S quale strumento per avvicinare le persone che devono recuperare diritti.

Cataldo Nigro – Presidente Anteas Calabria- nel presentare la sua Associazione ha sostenuto la utilitĂ  del progetto BUS e reso noto il contributo offerto alla causa comune con la fornitura dei farmaci utili a guarire le ferite fisiche quanto ad  aiutare le persone sole,ammalate e disperate che reclamano assistenza,rispetto ed  ascolto per sperare in un mondo migliore di quello lasciato nei luoghi di provenienza.

Salva



© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>