...


Concorso pubblico: 32 posti di Operatori Socio Sanitari all’Asp di Cosenza

In esecuzione della deliberazione del Direttore Generale dell’ASP di Cosenza n. 492 del 23.03.2017, è indetto concorso pubblico, per titoli ed esami

La Redazione

Cosenza, mercoledì 24 maggio 2017.

Concorso pubblico- 32 posti di Operatori Socio Sanitari all'Asp di CosenzaPer la copertura di:

n. 32 posti di Operatore Socio Sanitario cat. B livello economico super (BS) – profilo operatore socio sanitario

N. 16 dei suddetti posti sono riservati alla stabilizzazione del personale precario, in possesso dei requisiti di cui al DPCM 6.3.2015, riportati nel presente bando.

Al predetto profilo è attribuito il trattamento giuridico ed economico previsto dai CC.NN.LL. del comparto del personale del Servizio Sanitario Nazionale in vigore.

Le disposizioni per l’ammissione al concorso e le modalità di espletamento del medesimo sono quelle di cui al regolamento recante la disciplina concorsuale per il personale del S.S.N. emanato con D.P.R. 220 del 27.3.2001

Il presente bando, è stato emanato nell’osservanza dell’art.7 c.1 D. Lgs. 165/2001 e smi, in tema di pari opportunità per l’accesso al lavoro; della legge n. 68/99 in tema di assunzioni riservate agli invalidi ed agli altri aventi diritto all’assunzione obbligatoria; del dpr 487/94, della legge 407/98 riguardo ai benefici in materia di assunzioni riservati ai familiari delle vittime del terrorismo e della criminalità organizzata;

Ai sensi dell’art. 1014, comma 1 e dell’art. 678, comma 9, del d.lgs. 66/2010, ai suddetti posti si applica la riserva a favore dei volontari in ferma breve e ferma prefissata delle Forze armate congedati senza demerito ovvero durante il periodo di rafferma nonché dei volontari in servizio permanente . La riserva di posti di cui sopra si applica anche agli ufficiali di complemento in ferma biennale e agli ufficiali in ferma prefissata che hanno completato senza demerito la ferma contratta.

Ai sensi dell’art. 3, comma 3, del d.p.r. 27 marzo 2001, n. 220, il numero dei posti riservati da leggi speciali non può complessivamente superare il 30% dei posti messi a concorso.

Se la suddetta riserva non può operare integralmente o parzialmente, perché dà luogo a frazioni di posto, tali frazioni sono utilizzate nei casi in cui si proceda a ulteriori assunzioni attingendo alla graduatoria degli idonei. Nel caso non vi siano candidati idonei appartenente a tale categoria, i posti saranno assegnati ad altri candidati utilmente collocati in graduatoria.

Requisiti generali di ammissione al concorso:

  1. a. Cittadinanza italiana, salve le equiparazioni stabilite dalle leggi vigenti, o cittadinanza di uno dei Paesi dell’Unione europea o possesso di uno dei requisiti di cui all’art.  38 c. 1 e c. 3 bis D. Lgs.

165/2001 e s.m.i.

I cittadini degli Stati membri dell’UE o di altra nazionalità devono dichiarare di possedere i seguenti requisiti:

    • - godere dei diritti civili e politici negli Stati di appartenenza/ provenienza;
    • - essere in possesso, fatta eccezione della titolaritĂ  della cittadinanza italiana, di tutti i requisiti previsti per i cittadini della Repubblica;
    • - avere adeguata conoscenza della lingua italiana.
    • b. IdoneitĂ  fisica alle mansioni della posizione funzionale a concorso. Il relativo accertamento sarĂ  effettuato prima dell’immissione in servizio in sede di visita preventiva ex art. 41 D.Lgs. 81/08. L’assunzione è pertanto subordinata alla sussistenza della predetta idoneitĂ  espressa dal Medico Competente.
    • c. EtĂ : non superiore ai limiti previsti dalla vigente normativa per il collocamento a riposo.

Non possono accedere all’incarico coloro che siano esclusi dall’elettorato attivo o che siano stati destituiti o dispensati dall’impiego presso pubbliche Amministrazioni.

Requisiti specifici di ammissione:

Diploma di istruzione secondaria di primo grado o assolvimento dell’obbligo scolastico e Titolo di Operatore Socio Sanitario conseguito a seguito del superamento del corso di formazione di durata annuale, previsto dall’ art. 12 del Provvedimento 22.02.2001 “Accordo tra il Ministro della Salute, il Ministro per la Solidarietà Sociale e le Regioni e Province Autonome di Trento e Bolzano, per la individuazione della figura e del relativo profilo professionale dell’Operatore Socio Sanitario, come previsto dalle declaratorie delle categorie e profili allegato 1 al CCNL in data 20 settembre 2001, integrativo del CCNL del personale del comparto Sanità stipulato il 7 aprile 1999.

In caso di presentazione di attestato diverso da quello richiesto, l’interessato dovrà documentare l’eventuale equipollenza del titolo in suo possesso; in caso di titolo di studio conseguito all’estero lo stesso sarà considerato utile purché riconosciuto equipollente al titolo italiano dagli organi competenti ai sensi della normativa vigente in materia e indicato, in base alla normativa vigente, con gli estremi del provvedimento.

Alla riserva dei posti potrĂ  concorrere il personale interno in possesso, oltre che dei requisiti generali e specifici sopra indicati, dei requisiti di cui all’art. 1, commi 519 e 558, della legge 27 dicembre 2006, n. 296, e all’art. 3, comma 90, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, ovvero:

    • a) essere stati in servizio al 1° gennaio 2007 con tre anni di tempo determinato maturato nel quinquennio precedente o
    • b) essere stati in servizio al 1° gennaio 2007 con tre anni di tempo determinato maturati in virtu’ di un contratto in essere al 29 settembre 2006, tenendo conto anche del servizio svolto a tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2007 o
    • c) tre anni di tempo determinato giĂ  maturati nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2007, per coloro non in servizio al 1° gennaio 2007 o
    • d) in servizio al 1° gennaio 2008 con tre anni di tempo determinato maturati in virtĂą di un contratto in essere al 28 settembre 2007, tenendo conto anche del servizio svolto a tempo determinato nel quinquennio precedente al 1° gennaio 2008 o
    • e) aver maturato, alla data del 30 ottobre 2013,  negli ultimi cinque anni, almeno tre  anni  di

servizio, anche non continuativo, con contratto di lavoro subordinato a tempo determinato, anche presso enti del medesimo ambito regionale diversi da quello che indice la procedura.

La predetta anzianitĂ  di servizio deve essere maturata nel profilo oggetto della selezione (OSS).

Presentazione domanda, modalitĂ  e termini

La domanda, unitamente alla documentazione allegata, dovrĂ  essere indirizzata:

All’Azienda Sanitaria Provinciale di Cosenza – Via Alimena 8 – 87100 Cosenza e dovrĂ  pervenire entro il perentorio termine del 30° giorno dalla data di pubblicazione del presente bando, per estratto, nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica.

La domanda puo’ essere inoltrata mediante una delle seguenti modalità:

  • - consegnata direttamente all’Ufficio protocollo dell’Azienda – via Alimena 8 – Cosenza ( da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00 e nei giorni di martedi e giovedì dalle ore 15.00 alle ore 17.00 )
  • - spedita all’Azienda a mezzo del servizio postale con lettera raccomandata
  • - inviata, utilizzando la propria PEC, alla casella di posta elettronica certificata dell’Azienda:

PEC: protocollo@pec.asp.cosenza.it (con allegati in formato PDF raccolti in un’unica cartella compressa ZIP) esclusivamente nei termini di apertura del bando.

Per le domande spedite a mezzo PEC nell’oggetto della mail dovrà essere specificato: “Domanda partecipazione concorso OSS”

Per le domande inoltrate tramite raccomandata AR farà fede la data del timbro postale di spedizione; per quelle inoltrate tramite PEC il termine è fissato alle ore 24.00 del giorno di scadenza del bando.

L’eventuale riserva d’invio successivo di documenti è priva di effetto.

Nella domanda gli aspiranti dovranno dichiarare sotto la propria responsabilitĂ :

    • a) cognome, nome, data, luogo di nascita e residenza;
    • b) il possesso della cittadinanza italiana, cittadinanza di stato UE ovvero di altra nazionalitĂ  con il possesso dei requisiti di cui all’art. 38 D. Lgs. 165/2001 e smi;
    • c) il Comune di iscrizione nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o della cancellazione delle liste medesime;
    • d) le eventuali condanne penali riportate ovvero di non aver riportato condanne penali;
    • e) il possesso del requisito specifico di ammissione;
    • f) la posizione nei riguardi degli obblighi militari (per i soli candidati di sesso maschile nati prima del 31dicembre 1985);
    • g) i servizi prestati come dipendente presso pubbliche Amministrazioni e le cause di risoluzione di precedenti rapporti di pubblico impiego, ovvero di non avere mai prestato servizio presso pubbliche Amministrazioni;
    • h) l’eventuale appartenenza alle categorie disciplinate dalla L. n. 104/92, nonchĂ© dalla L.n. 68/99, specificando, in relazione al proprio handicap, l’ausilio necessario in sede di prove selettive nonchĂ© l’eventuale necessitĂ  di tempi aggiuntivi;
    • i) l’eventuale appartenenza alle categorie con diritto a riserve, preferenza e/o precedenza ai sensi del D.P.R 487/94 e successive modificazioni e integrazioni;
    • j) il domicilio presso il quale deve essere fatta all’aspirante ogni necessaria comunicazione. Eventuali variazioni di indirizzo dovranno essere tempestivamente comunicate

La domanda deve essere sottoscritta dall’interessato. Ai sensi del DPR 445/2000 non è richiesta l’autenticazione della firma in calce alla domanda e qualora la domanda di partecipazione al concorso non venga presentata personalmente dal candidato ma venga inoltrata con altro mezzo, dovrà essere accompagnata da copia fotostatica di valido documento di identità.

La mancata sottoscrizione della domanda o la omessa indicazione anche di un solo requisito richiesto per l’ammissione, determina l’esclusione dalla selezione.

Tutti i dati personali di cui l’Amministrazione sia venuta in possesso in occasione dell’espletamento di procedimenti concorsuali verranno trattati nel rispetto del D. Lgs. 196/03; la presentazione della domanda da parte del candidato implica il consenso al trattamento dei propri dati personali, compresi i dati sensibili, a cura del personale assegnato all’ufficio preposto alla conservazione delle domande ed all’utilizzo delle stesse per lo svolgimento delle procedure concorsuali.

L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di documentazione derivata da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente, né per eventuali disguidi postali o comunque imputabili a terzi, a caso fortuito o forza maggiore.

Documentazione da allegare alla domanda

  • - Alla domanda di partecipazione, redatta secondo lo schema allegato al presente bando, gli aspiranti devono allegare tutte le autocertificazioni relative ai titoli che ritengano opportuno presentare agli effetti della valutazione di merito e della formazione della graduatoria, ivi compreso un curriculum professionale, datato e firmato, redatto in forma di autocertificazione ai sensi degli artt. 46/47 del D.P.R. n. 445/82000 contenente la descrizione delle esperienze professionali e delle

specifiche competenze acquisite, le iniziative di formazione e aggiornamento frequentate e comunque gli elementi professionali connessi all’espletamento delle funzioni del posto da ricoprire e quanto altro il candidato ritenga opportuno dichiarare ai fini della relativa valutazione.

In relazione alla documentazione da allegare, si richiama l’attenzione dei candidati sul fatto che a decorrere dall’ 01.01.2012, per effetto dell’entrata in vigore delle disposizioni introdotte dall’art. 15 c. 1 L.

183/2011 che prevedono la decertificazione dei rapporti tra P.A. e privati, non possono essere accettate le certificazioni rilasciate dalle Pubbliche Amministrazioni in ordine a stati, qualità personali e fatti elencati all’art. 46 DPR 445/2000 e smi o di cui l’interessato abbia diretta conoscenza (art. 47 DPR 445/2000 e smi). Tali certificati sono sempre sostituiti dalle dichiarazioni sostitutive di certificazione o dall’atto di notorietà.

Il candidato dovrĂ  pertanto presentare in carta semplice e senza autentica della firma, unitamente a fotocopia semplice di un proprio documento di identitĂ  personale in corso di validitĂ :

    • a) “dichiarazione sostitutiva di certificazione”: nei casi tassativamente indicati dall’art. 46 DPR 445/2000

(ad esempio: iscrizione ad ordini professionali, titoli di studio, titoli professionali, specializzazioni, abilitazioni, titoli di formazione e aggiornamento ecc.) oppure

    • b) “dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà”: per tutti gli stati, fatti e qualitĂ  personali non compresi nell’elenco di cui al citato art. 46 DPR 445/2000 ; la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietĂ  richiede una delle seguenti forme:
    • - deve essere sottoscritta personalmente dall’interessato dinnanzi al funzionario competente a ricevere la documentazione,

oppure

    • - deve  essere  spedita  per  posta  unitamente  a  fotocopia  semplice  di  documento  di  identitĂ 

personale del sottoscrittore.

In ogni caso la dichiarazione resa dal candidato, in quanto sostitutiva a tutti gli effetti della certificazione, deve contenere tutti gli elementi necessari alla valutazione del titolo che il candidato intende produrre.

L’omissione anche di un solo elemento comporta la non valutazione del titolo autocertificato / autodichiarato.

In particolare, con riferimento al servizio prestato, la dichiarazione sostitutiva di atto di notorietĂ  allegata alla domanda, resa con le modalitĂ  sopraindicate, deve contenere pena la non valutazione del servizio:

  • - l’esatta denominazione e tipologia dell’Ente presso il quale il sevizio è stato prestato,
  • - la qualifica
  • - la tipologia del rapporto di lavoro (dipendente, collaborazione coordinata e continuativa, incarico libero professionale, borsa di studio)
  • - la tipologia dell’orario (tempo pieno, tempo definito, part-time con relativa percentuale rispetto al tempo pieno)
  • - le date (giorno/mese/anno) di inizio e conclusione del servizio prestato nonchĂ© le eventuali interruzioni (aspettativa senza assegni, sospensione cautelare)
  • - se ricorrono o meno le condizioni di cui all’ultimo comma dell’art.46 del DPR 761/79;
  • - quant’altro necessario per valutare il servizio stesso.

Eventuale documentazione prodotta dovrà essere presentata in originale o in copia legale o autenticata ai sensi di legge, ovvero accompagnata da dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà ai sensi dell’art. 19 del DPR 445/2000 attestante la conformità all’originale, pena la non valutazione della stessa.

Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 28.12.2000, n. 445, l’Amministrazione procederà a sua discrezione ad idonei controlli sulle veridicità delle dichiarazioni sostitutive eventualmente rese.

Ferme restando le sanzioni penali previste dall’art. 76 del citato D.P.R. 445/2000, qualora emerga la non veridicità delle dichiarazioni rese dal candidato, lo stesso decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base delle dichiarazioni non veritiere.

Alla domanda deve essere altresì allegata: ricevuta di pagamento del contributo spese di segreteria di €

10,00 effettuato mediante bonifico bancario: CODICE IBAN : IT 82R0100516200000000218500 intestato ad ASP di Cosenza servizio di Tesoreria – Causale del versamento: concorso operatore socio sanitario Il contributo non è rimborsabile in alcun caso.

ESPLETAMENTO CONCORSO

Commissione esaminatrice

La Commissione esaminatrice è nominata dal Direttore Generale dell’Azienda nei modi e nei termini stabiliti dal D.P.R. 220 del 27/03/2001.

Punteggi per titoli e prove d’esame

La Commissione dispone, ai sensi del D.P.R. n. 220/2001, di 100 punti così ripartiti:

    • a) 40 punti per i titoli;
    • b) 60 punti per le prove d’esame;

I punti per le prove d’esame sono così ripartiti:

    • a) 30 punti per la prova pratica;
    • b) 30 punti per la prova orale.

I punti per la valutazione dei titoli sono così ripartiti:

    • a) 25 punti per i titoli di carriera
    • b) 3 punti per i titoli accademici e di studio
    • c) 3 punti per pubblicazioni e titoli scientifici
    • d) 9 punti per curriculum formativo e professionale

La valutazione dei titoli sarà effettuata con i criteri stabiliti dall’articolo 11 del d.p.r. n. 220/2001. La

Commissione Esaminatrice procederĂ  a esplicitare autonomamente i criteri di valutazione dei titoli suddetti, qualora non giĂ  previsti dal d.p.r. n. 220/2001.

Prove d’esame

Le prove d’esame sono le seguenti:

Prova pratica: consistente nell’esecuzione di tecniche specifiche connesse alla qualificazione professionale richiesta.

Prova orale: su materie attinenti al profilo a concorso. Elementi di informatica. Verifica della conoscenza almeno a livello iniziale di una lingua straniera a scelta.

Il superamento della prova pratica è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30.

Il superamento della orale è subordinato al raggiungimento di una valutazione di sufficienza espressa in termini numerici di almeno 21/30.

Qualora il numero delle domande pervenute sia superiore a 500, le prove d’esame saranno precedute da forme di preselezione (questionario a risposte multiple su argomenti attinenti al profilo a concorso) predisposte anche da aziende specializzate in selezione del personale. La votazione conseguita nella prova preselettiva non concorre alla formazione del punteggio finale di merito. La data e la sede della prova preselettiva saranno pubblicate sulla G.U della Repubblica Italiana-serie concorsi e sul sito aziendale almeno 20 giorni prima della data fissata per la prova stessa.

Pertanto, ai candidati non verrĂ  inoltrata comunicazione individuale di invito a sostenere la suddetta preselezione.

Per essere ammessi nei locali in cui si terrĂ  la preselezione i candidati dovranno essere muniti di un valido documento di riconoscimento.

Saranno ammessi alla preselezione tutti i candidati che hanno presentato domanda di partecipazione al concorso. Il personale interno è esonerato dalla prova preselettiva.

Sono ammessi a sostenere la prova pratica gli aspiranti collocati nella posizione dal n. 1 al n. 500 della graduatoria nonché tutti coloro che abbiano riportato un punteggio pari a quello del candidato classificatosi al posto n. 500.

L’esito della preselezione verrà pubblicato sul sito aziendale.

L’accertamento dei requisiti di ammissione previsti dal bando, ove si effettui la preselezione, sarà effettuato successivamente e solo per coloro che avranno superato con esito positivo la fase della preselezione. Il mancato possesso dei requisiti comporterà comunque l’esclusione dal concorso; ove il numero dei candidati non dia luogo a preselezione, l’ammissione sarà effettuato prima dell’espletamento delle prove d’esame, a cura dell’ufficio concorsi.

La data e la sede in cui si svolgeranno le prove d’esame saranno comunicate ai candidati, almeno 20 giorni prima della data fissata per le prove stesse mediante pubblicazione sulla G.U della Repubblica

Italiana- serie concorsi e sul sito aziendale.

I candidati che non si presenteranno a sostenere le prove di concorso nei giorni, nell’ora e nella sede stabilita, saranno dichiarati esclusi dal concorso stesso, quale ne sia stata la causa dell’assenza, anche se non dipendente dalla volontà dei singoli concorrenti.

Al termine delle prove d’esame, la Commissione Esaminatrice formula la graduatoria dei candidati che hanno superato le prove. E’ escluso dalla graduatoria, il candidato che non abbia conseguito la sufficienza in ciascuna delle prove d’esame.

Ai sensi dell’art. 7 c. 2 del D.P.R. 220/2001, le prove del concorso non possono aver luogo nei giorni festivi, né nei giorni di festività ebraiche o valdesi.

Graduatoria – Adempimenti del vincitore

La graduatoria finale di merito dei candidati è formata secondo l’ordine dei punti della votazione complessiva riportata da ciascun candidato, con l’osservanza, a parità di punti, delle preferenze previste dall’art. 5 del D.P.R. 9 maggio 1994, n. 487.

In relazione all’art. 2, 9° comma, della L. 16 giugno 1998, n. 191, riguardante modifiche ed integrazioni alle Leggi 15 marzo 1997, n. 59, e 15 maggio 1997, n. 127, nel caso in cui due o più candidati ottengano, a conclusione delle operazioni di valutazione dei titoli, pari punteggio, è preferito il candidato più giovane di età.

E’ dichiarato vincitore il candidato utilmente collocato nella graduatoria di merito. All’approvazione della graduatoria dei candidati dichiarati idonei, nonché alla dichiarazione del

vincitore, provvederà, riconosciuta la regolarità degli atti, con propria deliberazione, il Direttore Generale dell’ASP di Cosenza.

La graduatoria degli idonei è pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione.

La graduatoria rimane efficace per un termine di trentasei mesi dalla data della pubblicazione all’albo pretorio aziendale della relativa delibera di approvazione, per eventuali coperture di posti per i quali il concorso è stato bandito e che successivamente ed entro tale data dovessero rendersi disponibili.

Il rapporto di lavoro sarà costituito mediante stipula di contratto individuale di lavoro. A tal fine il vincitore del concorso sarà invitato dall’ASP a presentare entro 30 giorni dalla data di comunicazione, a pena di decadenza, i documenti che saranno richiesti dal Servizio Personale.

La nomina decorre, agli effetti economici, dalla data dell’effettiva assunzione in servizio. Il candidato vincitore deve comunicare l’accettazione entro i termini stabiliti nella nota di nomina, ancorché l’inizio del servizio venga poi fissato in 30 gg. o concordato, eventualmente, in un termine più ampio; entro quest’ultimo deve essere presentata la documentazione richiesta. Colui che, senza giustificato motivo, non assume servizio entro il termine di cui sopra, decade dalla nomina stessa ed è escluso dalla graduatoria.

Il provvedimento di decadenza è adottato con deliberazione del Direttore Generale.

Restituzione documenti

La documentazione presentata dai candidati con la domanda di partecipazione al concorso, potrĂ  essere restituita agli interessati, una volta trascorsi i termini di legge fissati per eventuali ricorsi.

La restituzione per via postale verrà effettuata dall’Azienda su richiesta dell’interessato con spese di spedizione a carico del destinatario.

Non verranno, in ogni caso, restituiti i documenti acquisiti al fascicolo personale in caso di assunzione.

Norme finali

Con la partecipazione al concorso è implicita da parte dei concorrenti l’accettazione, senza riserve, di tutte le prescrizioni e precisazioni, del presente bando, nonché di quelle che disciplinano o disciplineranno lo stato giuridico ed economico del personale delle Aziende sanitarie.

L’Amministrazione si riserva la facoltà di prorogare, sospendere o revocare il presente concorso, o parte di esso, qualora ne rilevasse la necessità e l’opportunità per ragioni di pubblico interesse.

I dati personali trasmessi dai concorrenti con le domande di partecipazione al concorso, saranno trattati per le finalità di gestione della procedura concorsuale e dell’eventuale conseguente assunzione.

Copia del presente bando sarĂ  reperibile sul sito: www.asp.cosenza.it sezione concorsi.

Per informazioni gli interessati potranno rivolgersi al Servizio Gestione del Personale – Ufficio Concorsi

– Viale Alimena 8 Cosenza tel 0984-8933563/8933565 oppure collegarsi all’indirizzo telematico dell’Azienda www.asp.cosenza.it avvisi e concorsi (orario apertura uffici: mercoledì dalle ore 11.00 alle ore 12.30, martedì e giovedì dalle ore 15.30 alle ore 17.00)

Cosenza

IL DIRETTORE GENERALE

DR. Mauro Raffaele

Il Bando scaricabile

 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>