...


Mandatoriccio da tre giorni sotto la morsa del fuoco

Comune in prima linea con vigili e protezione civile. Donnici: ingenti danni al patrimonio naturale e privato

La Redazione

Mandatoriccio, domenica 13 agosto 2017.

MANDATORICCIO-INCENDI (4)Il territorio e la comunità di Mandatoriccio sono da tre giorni sotto la morsa del fuoco. Le contrade particolarmente colpite sono PIETRAMONE, CESSIA, ACQUARELLA, TRE CARIGLI. Risultano purtroppo distrutti il bosco nonché le vigne e i frutteti vicini. Sono state evacuate diverse abitazioni. Continuano gli interventi dei vigili del fuoco supportati dai Canader e dai mezzi della Protezione Civile e di Calabria Verde.

A darne notizia è il Sindaco Angelo DONNICI informando che l’Amministrazione Comunale è impegnata in prima linea, fornendo 24h su 24 tutte le risorse materiali ed umane necessarie a sostegno dell’azione di difficile spegnimento dei numerosi incendi tutt’ora in corso. A seguire – aggiunge – dovremo purtroppo stilate anche la conta dei danni ingenti al patrimonio naturale e pubblico ed alle attivitĂ  private.

Cogliendo l’occasione per ringraziare tutte le forze e le strutture intervenute anche per la qualitĂ  dell’azione messa in campo, soprattutto i piloti e i vigili della Protezione Civile e della Forestale nonchĂ© gli operai e la Polizia Municipale, il Primo Cittadino informa di aver prontamente allertato il Centro Operativo Comunale (COC) di Protezione Civile in stretto contatto con la Prefettura di Cosenza.

Nella giornata di ieri (sabato 12 agosto), per un sopralluogo ed una presa atto diretta della gravitĂ  dell’incendio in atto, ricevuto ed accompagnato dal Sindaco, è giunto a Mandatoriccio anche il Capitano della Compagnia Carabinieri di Rossano.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>