...


Serie A terza giornata prima trasferta del Crotone a Cagliari domenica 10 settembre ore 15,00

Sul terreno del Sardegna Arena debutto della squadra locale davanti al proprio pubblico

Giuseppe Livadoti

CROTONE, sabato 09 settembre 2017.

trotta -ceccheriniProbabili formazioni:

Cagliari (4-3-1-2): Cragno, Padoin, Andreoli, Pisacane, Capuano, Ionita, Cigarini, Barella, Joao Pedro, Sau, Pavoletti. All. Rastelli

Crotone (4-4-2): Cordaz, Faraoni, Cabrera, Ceccherini, Martella, Rohden, Mandragora, Barberis, Stoian, Trotta, Budimir. All. Nicola

Arbitro: Daniele Doveri (Roma 1)
Ass. Daniele Bindoni (Venezia) – Maurizio Vivenzi (Genova)
Quarto giudice: Daniele Martinelli (Roma 2)
Add. VAR: Manganiello – Fourneau

Subito dopo la rifinitura sul terreno dell’Ezio Scida sabato 9, il Crotone nel primo pomeriggio con volo charter da Lamezia Terme raggiungerà il Capoluogo sardo dove domenica alle ore 15.00 affronterà la squadra di mister Rastelli. Per entrambe sarà la prima volta sul terreno del Sardegna Arena (prima trasferta stagionale del Crotone, prima volta dei sardi davanti al proprio pubblico). Per l’occasione si annuncia il tutto esaurito sugli spalti del nuovo stadio. Per quanto riguarda l’incontro, il tecnico Davide Nicola potrà disporre dei nuovi arrivi per allestire la formazione da opporre al Cagliari.
I difensori Simic e Pavlovic, e l’attaccante Tumminello le novità pitagoriche che scalpitano per il debutto in campionato. Con gli ultimi arrivi non manca la concorrenza per ogni ruolo e questo fa piacere al tecnico perché sa di poter contare su giocatori che durante gli allenamenti s’impegneranno al massimo per scendere in campo fin dall’inizio. La probabile formazione per la prima trasferta stagionale non è facilmente codificabile, mister Nicola non si sbilancia mai a proposito degli undici iniziali. Le maggiori quotazioni dovrebbero essere in possesso di chi ha già nelle gambe i centonovanta minuti delle due precedenti sfide e non accusa problemi fisici: Cordaz tra i pali, Faraoni difensore esterno destro, Cabrera ed il rientrante Ceccherini (ha scontato la giornata di squalifica) difensori centrali, Martella difensore sinistro, Mandragora e Barberis centrocampisti interni, Rohden esterno destro, Budimir punta centrale. Le incognite riguardano il ruolo di esterno sinistro (Stoian – Gragl) e la seconda punta (Trotta – Simy). La presenza fin dall’inizio dell’attaccante Tumminello, del difensore sinistro Pavlovic e del difensore centrale Simic, potrebbero essere l’asso nella manica di mister Nicola fin dall’inizio o in corso d’opera. Sicuro assente Aristoteles Romero per motivi burocratici da espletare nel suo Paese, Venezuela. Formazione a parte, chi scenderà in campo non avrà vita facile. L’avversario si presenta per la prima volta davanti ai propri tifosi nel nuovo stadio con l’intento di ben figurare e conquistare i primi punti. I dubbi del Cagliari riguardano Van der Wiel e Dessena non a posto fisicamente. Il neo acquisto Pavoletti sarà la punta estrema fin dall’inizio affiancato dall’altro attaccante Sau. Dietro le due punte Joao Pedro con il compito di rifornirli di palloni da mettere dentro. Reparto mediano composto dal trio Ionita, Cigarini, Barella. Difesa a quattro con Padoin, Andreoli, Pisacane, Capuano.

Così mister Davide Nicola in occasione della prima trasferta:
“Sappiamo di trovare una squadra che intende ben figurare davanti al proprio pubblico. Lo zero in classifica del Cagliari dopo due giornate non significa niente – ha affermato Nicola – si tratta di una formazione tra le cui fila ci sono giocatori importanti”. Per quanto riguarda il modo di giocare del prossimo avversario il tecnico pitagorico ha dichiarato: “gioca con un centrocampo a rombo dall’inizio alla fine con due punte effettive ed uno al loro sostegno e con due esterni di fascia”. Per quanto riguarda i nuovi arrivi il pensiero di mister Nicola: “so di poter contare su giocatori validi scelti con oculatezza dalla società. Il nostro obiettivo è valorizzare i tanti giovani che non conoscono la massima serie ed insieme con loro conquistare la salvezza. Dopo il trentuno agosto la squadra è completa in ogni ruolo ma ci sono stati pochi giorni per amalgamarli al massimo con il resto del gruppo. Tumminello è stato impiegato in Nazionale come altri e questo ha impedito che lavorassero di continuo con il resto della squadra. Fisicamente li ho trovato non indietro e qualcuno potrebbe fare parte della formazione”.
La pausa del campionato per gli impegni della Nazionale non è stata giudicata negativa da Nicola che ha affermato: “ha consentito d’approfondire la preparazione e integrare qualche acciaccato anche se nel caso del Crotone molti giocatori sono stati impegnati con le rispettive Nazionali e quindi lontano dalla squadra come Ajeti che è tornato dopo i due impegni con la sua Nazionale e non è impiegabile a Cagliari perché ha subito una contusione importante. Altri non utilizzabili potrebbero essere Izco, Tonev. Per quanto riguarda Rohden, altro nazionale, si è ripreso bene tant’è che si è allenato l’intera settimana”.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>