...


Coldiretti chiede alla regione sopralluoghi per certificare danni alle “prime colture” di Isola Capo Rizzuto

La Regione ha fatto richiesta di riconoscimento della calamità per la siccità che ha caratterizzato l’attuale stagione con una drammatica emergenza idrica

La Redazione

Isola Capo Rizzuto, mercoledì 13 settembre 2017.

ColdirettiLa Regione ha fatto richiesta di riconoscimento della calamitĂ  per la siccitĂ  che ha caratterizzato l’attuale stagione con una drammatica emergenza idrica che  ha avuto senza dubbio il suo apice in particolare nell’Altopiano di Isola Capo Rizzuto e Fondo Valle Tacina dove peraltro ancora persistono ancora forti criticitĂ . Coldiretti Calabria ha chiesto alla Regione Calabria immediati sopralluoghi tesi a certificare l’entitĂ  del danno subito alle colture e avviare quindi lo stato di riconoscimento della calamitĂ  con il ristoro alle aziende agricole. Nell’altopiano di Isola Capo Rizzuto- rileva Coldiretti – la perdurante assenza delle precipitazioni e le alte temperature hanno di fatto anticipato l’estate condannando l’agricoltura,  a una penuria di risorse idriche senza precendenti che ha causato uno stato soccombenza dei coltivatori della “prima coltura” con un visibile danno. Una situazione – continua Coldiretti – a cui non è riuscito completamente a far fronte il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese che con grande responsabilitĂ , si è impegnato per limitare gli effetti dell’emergenza promuovendo virtuose  azioni : informative, di turnazione, di vigilanza per evitare usi impropri dell’acqua, di monitoraggio continuo della situazione anche attraverso appositi tavoli Istituzionali alla Regione e  Prefettura.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>