...


La vicesindaco Stasi contro le rotatorie sulla SS106

“Rotatorie sulla 106, una giostra a cielo aperto pericolosi per gli automobilisti, occorrerebbe forse invertire la marcia ” a parlarne è la vicesindaco Giovanna Stasi

LaRedazione

Cirò, venerdì 13 ottobre 2017.

Giovanna Stasi vice sindaco CiròLa Calabria, in particolare la fascia Ionica, prosegue la Stasi- soffre le difficoltà di assenza di infrastrutture, di adeguamento logistico, di strutture ricettive, di lavoro sul territorio che impediscono sviluppo e qualsiasi tentativo di costruire innovazione e produttività in modo continuo. Un terra che di suo ha ricchezze e possibilità di incremento sviluppo, si trova mortificata da forma mentis legata a finalità che non sono di bene comune, che comunque si localizzano e concentrano nella disponibilità di fondi corposi, delle cui finalità si deve sempre valutarne opportunità. Progetti, proposte di realizzazione di opere per lavori di rifacimento, e adeguamento strutturale del territorio, scrive la vicesindaco- trovano veramente riscontro e utilità? In una Regione che ha urgente bisogno di ripartire e dare un significativo rilancio, soprattutto per questa fascia costiera, parlare di un’ennesima rotatoria non ha il senso di invertire la marcia? I girotondi delle  Rotatorie, che stanno facendo diventare la 106 una giostra a cielo aperto, già ampiamente sperimentate, e faccio difficoltà a capirne il senso, perché pericolose e cause di incidenti, sono realmente la risposta a spese pubbliche esose? Risolvono il problema infrastrutture e portano sviluppo, miglioramento alla viabilità?  O ingolfano maggiormente le nostre già misere strade di collegamento? Non sarebbe più opportuno, conclude- e scelta più significativa dare il via al progetto definitivo ed il finanziamento del Megalotto 9 che parte da Mandatoriccio (Km 306 della SS 106) fino all’aeroporto S. Anna (Km 235). Quando nella nostra terra di Calabria si inizierà a pensare al Noi Politico, piuttosto che all’io anti-politico che ha come fine unico l’effimero che nulla risolve?



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

4 Responses to La vicesindaco Stasi contro le rotatorie sulla SS106

  1. Pasquale Rispondi

    13 ottobre 2017 at 22:43

    Sono perfettamente d’accordo con la vicesindaco, le rotonde fatte su una strada dove passa tutto il traffico della costa Ionica sono dannose e pericolose. Costruirle poi ad una sola corsia vuol dire non capire niente di viabilitĂ  e a chi sostiene il contrario lo metterei alla guida di un tir e gli farei fare il tratto che da Sibari porta a Crotone e viceversa e poi vediamo se non cambia idea. P.s meglio sarebbe studiarsi il modo di costruire strade e rotonde secondo il CDS piuttosto che inventarsi cose cervellotiche!!!

  2. Antonio Rispondi

    13 ottobre 2017 at 18:50

    Si muova faccia se ci sono le capacitĂ , Sperando che non restino solo parole di propaganda politica.

  3. Cataldo Rispondi

    13 ottobre 2017 at 17:18

    Non mi risulta che le Rotatorie siano pericolose.
    Basta farle ad una sola corsia, cosí chi é fuori dal cerchio aspetta, e non a doppia corsia altrimenti si buttono tutti dentro. Magari istruire gli automobilisti, perché non tutti sanno come funziona. Per precauzione metterei piú segnali di rallentamento prima della rotatoia.
    Io ne faccio una decina al giorno.

  4. ANGELO 2 Rispondi

    13 ottobre 2017 at 14:22

    Progetti, proposte di realizzazione di opere per lavori di rifacimento, e adeguamento strutturale del territorio, scrive la vicesindaco- trovano veramente riscontro e utilità? In una Regione che ha urgente bisogno di ripartire e dare un significativo rilancio, soprattutto per questa fascia costiera, parlare di un’ennesima rotatoria non ha il senso di invertire la marcia?BRAVISSIMA VICESINDACO purtroppo la mentalità è quella , forse gli interventi servono a impinguare qualche parte sociale già abbastanza ricca .
    Sommando le spese per le rotatorie esistenti da Montegiordano a Crotone forse si realizzava una buona parte della nuova 106.
    AUGURI E BUON LAVORO SIGNORA VICESINDACO

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>