...


Presto l’inaugurazione di “La Lustra” il nuovo sito archeologico di Scandale

Il Sindaco di Scandale, Iginio Pingitore: La nuova opera realizzata nel nostro paese farĂ  aumentare il numero dei siti archeologici d’Italia

La Redazione

Scandale, sabato 14 ottobre 2017.

Presto l'inaugurazione di La Lustra il nuovo sito archeologico di Scandale (7)E’ denominata la ” LUSTRA ” come la localitĂ  di appartenenza, l’area archeologica collocata lungo la strada interpoderale che collega Scandale con la propria frazione Corazzo. Situata in mezzo ad una suggestiva vista panoramica, come si può vedere dalle immagini, infatti a Nord si possono scorgere le vallate del fiume Neto, ad Est il tavolato del Marchesato che scende fino al mare, e non mancano le vedute dell’altopiano silano.
All’interno della struttura, sono stati rinvenuti diversi materiali tra i quali frammenti di ceramica ellenistica, orli decorati ricondicibili a grandi contenitori usati per conservare le granaglie, monete, numerosi pesi da telaio contrassegnati e diverse forme, che documentano come nel sito fossero praticate attivitĂ  di lavorazione tessile, e di stoccaggio di prodotti agricoli.
I reperti, oggi custoditi dalla Soprintendenza ai beni culturali, sono datati a partire dal IV sec. A..C., quindi riferibile al periodo brettio, Le fonti antiche piĂą attendibili che parlano dell’ etnos dei Brettioi (così li chiamavano i greci) o Bruttii (così li chiamavano i romani) dono Diodoro Siculo (XXIII, 1) i quali, a loro volta, si rifanno agli scritti di Timeo di Taormina e di Eforo di Cuma Eolica.
Gli insediamenti bretii non raggiungono la dimensione e l’organizzazione di una cittĂ , ma nuclei sparsi dislocati a brevi distanze, e l’area della ” Lustra” di Scandale probabilmente ospitava una vera e propria fattoria adibita alla lavorazione dei prodotti del luogo.
L’area archeologica ” la Lustra” in seguito sarĂ  visitabile l’intera struttura ed è adatta per organizzare eventi, convegni, mostre legati all’archeologia e alla storia dell’epoca, ma anche ad attivitĂ  culturali, teatro e tragedie greche ecc.
Spero che a presto possiamo finalmente inaugurare questa importante opera in paese, ed avviare altri progetti per nuovi scavi nella zona, visto che il sito è di straordinaria importanza.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>