...


Un milione di euro per il vecchio mattatoio comunale di Scandale

Sarà circa un milione di euro il contributo per trasformare totalmente il vecchio mattatoio comunale, che il comune di Scandale fino agli anni ottanta operò la macellazione delle carni locali

La Redazione

Scandale, giovedì 04 gennaio 2018.

Un milione di euro per il vecchio mattatoio comunale di Scandale (3)Oggi si presenta in uno stato di parziale degrado, esso si sviluppa su un solo livello, una parte del fabbricato attualmente è stato destinato dall’ Amministrazione Comunale a piccolo centro diurno per anziani non ancora operativo, ed è composto da un’ampia zona soggiorno/pranzo, una saletta relax e da un blocco servizi, la rimanente parte dell’edificio, mai sottoposta ad interventi di manutenzione di nessun genere, versa in uno stato di quasi totale abbandono.

 

Un milione di euro per il vecchio mattatoio comunale di Scandale (1)Il nuovo progetto è stato presentato congiuntamente con altri elaborati dal comune di Crotone. L’ opera dovrà servire ai comuni che fanno parte del distretto, una struttura semiresidenziale, aperta per più ore al giorno e più giorni alla settimana, che offrono vari servizi di natura socio-assistenziale a soggetti con limitata autonomia. Gli utenti possono usufruire dell’ospitalità e dei servizi del centro per una parte della loro giornata ma continuare comunque a vivere nelle proprie abitazioni.

Il finanziamento avverrà attraverso la Regione Calabria nell’ambito dell’avviso pubblico per il Social Housing,  che prevede il recupero, l’adeguamento sismico e la rifunzionalizzazione di immobili inutilizzati,l’ampliamento, la riqualificazione e l’adeguamento agli standard di settore di strutture socio-educative adibite o da adibire a centri diurni per persone con limitata autonomia.

Un milione di euro per il vecchio mattatoio comunale di Scandale (2)L’Amministrazione comunale attraverso il finanziamento recupererà e riqualificherà un edificio sul quale non si ci metteva mano da quasi 50 anni ed in preda al totale degrado.

18 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *