...


Gemellaggio Mariano tra la Città di Santa Severina e la Confraternita della B.V. di Capocolonna

Nella Festa del Battesimo del Signore, domenica 7 gennaio 2018, si è svolto il Gemellaggio Mariano nella suggestiva cornice della Concattedrale dedicata a Sant’Anastasia, ex sede dell’Arcidiocesi Metropolitana

La Redazione

Crotone, martedì 09 gennaio 2018.
Gemellaggio Mariano tra la CittaÌ€ di Santa Severina e la Confraternita della B.V. di CapocolonnaNella Festa del Battesimo del Signore, domenica 7 gennaio 2018, nella suggestiva cornice della Concattedrale dedicata a Sant’Anastasia, ex sede  dell’Arcidiocesi Metropolitana, si è svolto il Gemellaggio Mariano tra la Confraternita della B.V. di Capocolonna la Città di Santa Severina e la Concattedrale. Durante la solenne liturgia il Consiglio Direttivo del Sodalizio ha omaggiato l’Amministrazione Comunale e la Concattedrale di due quadri in carboncino , raffiguranti la Sacra Icona di Capocolonna. Presenti alla cerimonia il sindaco, Lucio Giordano , e il parroco Don Pier Paolo Arabia, i quali hanno ringraziato il Priore Federico Ferraro e tutto il Consiglio Direttivo per i gentili doni, che sanciscono un’amicizia tra le istituzioni. Oltre al priore il sodalizio era rappresentato dalle Consigliere Filomena Mustacchio e Camilla Portiglia, dalla Tesoriera Antonietta Liperoti e dai Postulanti Cinzia e Alessandro Sapienza. Alla sacra liturgia hanno preso parte, altresì, le Autorità civili e militari: l’ex sindaco Bruno Cortese, il Comandante della capitaneria di Porto e il maresciallo della locale Arma dei Carabinieri.
Gemellaggio Mariano tra la CittaÌ€ di Santa Severina e la Confraternita della B.V. di Capocolonna1Erano presenti anche in rappresentanza delle associazioni culturali alcuni membri del Lions Club e dell’Ordine Equestre del Santo Sepolcro di Gerusalemme, Paolo Amodeo e Paolo Pignolo. Il Priore Ferraro, durante il saluto di rito ha ricordate le attività della Confraternita svolte e quelle in programma : dallo scorso aprile, ci sono state diverse attività. Come volontariato sociale ricordiamo la visita ai bambini ricoverati in pediatria,mentre diversi sono stati i momenti religiosi insieme all’Assistente Spirituale ed alle principali associazioni culturali e di volontariato come la Croce Rossa. Il Sodalizio ha cercato di raccontare anche ai più giovani attraverso i social network molti aspetti della Festa della Madonna… come numerose immagini della Madonna di Capocolonna presenti in città e spesso sconosciute. Durante l’anno sociale si è cercato anche di omaggiare la nostra tradizione gastronomica attraverso la pitta, il dolce tipico non solo del periodo di Natale ma anche della Maggio Mariano. Infine il 31 maggio scorso è stato donato all’Amministrazione Comunale di Crotone, nella persona del Vicesindaco ed Assessore alla cultura, un quadro mariano nella Sala giunta.
Gemellaggio Mariano tra la CittaÌ€ di Santa Severina e la Confraternita della B.V. di Capocolonna2Il Sodalizio al termine della sacra liturgia è stato accompagnato inoltre dal Sindaco e dal Parroco a viistare il Museo Diocesano, situato nel Palazzo Arcivescovile, che conserva ed espone una delle principali raccolte di arte sacra esistenti in Calabria. La visita è stata programmata d’intesa con la Cooperativa Aristippo per rendere omaggio all’illustre passato non troppo lontano, in cui Santa Severina era sede Metropolitana . Pregevoli i paramenti liturgici in seta laminata e filo d’oro, le pianete ed i piviali, gli ostensori appartenuti agli arcivescovi metropoliti. Importante anche il numero dei parati che adornano le sale del Museo, delle mitrie gemmate insieme ai piviali e agli arredi liturgici usati per le cerimonie. Assai peculiare appare ai visitatori la presenza di numerose campane del passato, la collezione di monete e banconote, le statue tra cui quella argentea di Santa Anastasia, Protettrice di Santa Severina ed usta ancora oggi per la processione annuale.
Infine è stata ricordata dal Priore Ferraro l’importanza del fare rete tra giovani ed istituzioni e chiesa. Non servono, infatti, sfoggi enfatici di cultura o personalismi; l’importante è fare rete e sviluppare  sinergia tra le associazioni le istituzioni e la chiesa.. interlocutrice indispensabile per ogni progetto sociale.

6 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *