...


Scandale in un semestre raggiunge il 53 % di raccolta differenziata e la giunta approva un nuovo progetto

E’ quanto ci comunica il Sindaco di Scandale Iginio Pingitore

La Redazione

Scandale, sabato 20 gennaio 2018.

Iginio PingitoreL’Arpacal, l’agenzia regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria, ha reso noto giorni fa un bollettino nel quale evidenzia che alcuni comuni della provincia di Crotone hanno raggiunto il massimo della percentuale di raccolta differenziata, l’elenco si riferisce all’anno 2016, quindi non figurano tante altre realtà, fra cui Scandale, dove il servizio è stato egregiamente avviato con il metodo “ PORTA A PORTA” .

I dati relativi all’anno 2017, però, registrano eccellentissimi risultati, si è potuto constatare, infatti, che in un solo semestre, dal mese di marzo a settembre 2017, proprio il periodo in cui il servizio è partito, la percentuale di raccolta ha raggiunto un bel 53 %, un numero che fa ben sperare per il raggiungimento di importanti livelli, d’altra parte Scandale non poteva essere il contrario, visto che agli occhi di tutti, i cittadini differenziano i rifiuti in maniera ottimale, basta vedere tutti i giorni i mezzi stracolmi di vetro, plastica, e quant’altro.

Con questo risultato il sindaco Iginio Pingitore ringrazia quanti si prestano, in particolar modo gli operatori ecologici e la cittadinanza tutta, sperando che entro il 2018 si possa raggiungere la quota auspicata del 65 %.

A tal proposito il comune di Scandale nella giornata del 15 gennaio 2018 ha consegnato presso la Cittadella della Regione Calabria il progetto mediante il quale l’ente regionale finanzia i Comuni Calabresi con popolazione inferiore a 5000 abitanti avvalendosi dei fondi POR Calabria FESR 2014-2020 – Asse 6 – Obiettivo specifico 6.1 – Azione 6.1.2 – DGR n. 225/2017.

Il progetto una volta finanziato consentirĂ  di incrementare la raccolta differenziata dei rifiuti e promuovere la partecipazione attiva dei cittadini alla gestione dell’ambiente e all’adozione di comportamenti corretti per la salvaguardia del territorio e delle risorse. Nello specifico il progetto prevede la distribuzione di nuovi mastelli dotati di tecnologia di tracciamento RFID per la raccolta di ogni frazione di rifiuto differenziato e conseguente eliminazione dell’utilizzo delle buste per il conferimento della sola frazione organica di rifiuto in combinazione con l’utilizzo di pattumiere anti randagismo al cui interno la busta biodegradabile dovrĂ  essere correttamente riposta. Sono previste le assunzioni di nuove attrezzature necessarie, impiegate per la raccolta delle diverse frazioni di umido nel comune di Scandale, mentre per la frazione organica sarĂ  consegnata una mini pattumiera da 20/25 litri a ogni singola utenza domestica presente e la dotazione di tre buste biodegradabili a settimana per 52 settimane. Lo stesso metodo di calcolo verrĂ  osservato per i mastelli da 30 litri per la raccolta della carta e cartone, nel multimateriale leggero e del vetro, per il mastello da 20/25 litri per la raccolta dell’indifferenziato.

L’amministrazione comunale auspica di raggiungere due obbiettivi prefissati : il 65 % di raccolta entro il 2020 e la diminuzione della tassa a carico dei cittadini.

18 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *