...


Calcio a 5: Città di Cosenza vs C.T. Maestrelli 1-3

PT: 10° Arcudi (M) – 31° Galiano (CS) – 33° Arcudi (M) – ST: 12° Nigero (M)

La Redazione

Cosenza, lunedì 29 gennaio 2018.

Calcio a 5 Città di Cosenza vs C.T. Maestrelli 1-3 (1)Città di Cosenza C5: Cuconato, Casella; Naccarato, Franzè, Fortino M., Milano, Galiano, Pagliuso; Barberio, Paolozzo. Allenatore: Mendicino

Maestrelli C5: Timone, Suraci, Spanò A., Bagnato, Giunta, Arcudi, Nigero, Spanò G., Gattuso, Calabrò, Praticò, Longo. Allenatore: Lorenti

Arbitri: Sapia e Spataro di Rossano

Marcatori:
– pt: 10° Arcudi (M) – 31° Galiano (CS) – 33° Arcudi (M)
– st: 12° Nigero (M)

Cronaca:

Calcio a 5 CittaÌ€ di Cosenza vs C.T. Maestrelli 1-3 (3)Nella 4a giornata del girone di ritorno il Città di Cosenza è atteso da una sfida cruciale per raggiungere la salvezza: i rossoblù del presidente Fuoco ospitano al “PalaFerraro” la Maestrelli, staccata in classifica di soli due punti. I lupi non si presentano certo nelle condizioni ideali a questo scontro diretto: Fortino C., appiedato dal giudice sportivo, siede in tribuna mentre Casella, nonostante il dito rotto, ha voluto a tutti i costi seguire ed incitare i propri compagni dalla panchina. Sugli spalti nutrita presenza di pubblico anche grazie alle costanti iniziative del “gruppo LiFE”.

Troppo importanti i tre punti in palio oggi ed il gioco ne risente con gli ospiti chiusi e pronti a sfruttare le ripartenze oppure i lanci del portiere Calabrò per Nigero, bravo in più di un’occasione sia nel proteggere palla e far salire la squadra sia nel conquistarsi la punizione. Al secondo minuto Pagliuso interrompe il giro palla ospite, supera Gattuso e mette al centro dove però non c’è nessuno. Galiano prova a svegliare i suoi ma viene chiuso e raddoppiato e così è la Maestrelli ad essere pericolosa all’8°: calcio d’angolo per il Città di Cosenza, palla conquistata da Arcudi che riparte, serve Nigero a tu per tu con il portiere locale, il numero 9 finta il tiro e serve nuovamente Arcudi che conclude in porta ma Galiano e Fortino salvano sulla linea. È il preludio al gol che arriva qualche minuto dopo: Arcudi per Nigero che protegge palla e aspetta l’arrivo del capitano dei dragons che trafigge Cuconato per il vantaggio ospite. Sui lupi forse pesano gli strascichi dell’influenza dell’ultima settimana e non riescono ad impensierire il portiere ospite. Al 29° Cuconato è bravo a deviare in angolo la spizzicata di testa di Nigero su rilancio di Calabrò. Nei 4 minuti di recupero la partita si infiamma: al 31° arriva il pari di Galiano, bravo a conquistare palla ed a scaricare in rete l’1-1. Al 33° Arcudi intercetta palla nella propria trequarti, arriva al limite dell’area rossoblù e fa partire un missile che si insacca sotto l’incrocio per il nuovo vantaggio della Maestrelli. Un minuto dopo capitan Arcudi potrebbe aumentare il vantaggio grazie al tiro libero ma la conclusione del numero 8 termina a lato di un niente.

Calcio a 5 Città di Cosenza vs C.T. Maestrelli 1-3 (2)Nella ripresa lo spartito non cambia con il Città di Cosenza che cerca di recuperare il passivo e gli uomini di mister Lorenti bravi a chiudersi e ripartire. Galiano, su schema da calcio piazzato, riscalda i guantoni di Calabrò. Gli fa eco Suraci, ben pescato in area dal lancio del portiere, ma la sua conclusione termina alta. Al 12° aumenta il proprio vantaggio la Maestrelli: Bagnato soffia il pallone a Naccarato, aspetta l’uscita di Cuconato e serve Nigero che deve solamente spingere in rete. Costretti a recuperare il doppio svantaggio i rossoblù si schierano per qualche minuto con il portiere di movimento senza, però, riuscire a trovare spazi complice anche l’attenta fase difensiva dei dragons. Al 22° tiro libero per il Città di Cosenza ma il tiro di Galiano sfiora solamente l’incrocio dei pali. Sussulto rossoblù qualche minuto più tardi ma le rapide conclusioni di Franzè, Naccarato, Pagliuso e Galiano o finiscono fuori dallo specchio o vengono intercettate da Calabrò. Al termine dei classici tre minuti di recupero il triplice fischio sancisce la fine delle ostilità ed una salvezza diretta che per i rossoblù si fa sempre più complicata.

8 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *