...


Giuseppe Iaria di Scala Coeli, è Professore di Neuroscienze Cognitive all’Università di Calgary in Canada

Il Prof. Iaria è l’unico responsabile della ricerca per un progetto alla NASA, che ha l’obiettivo di indagare gli effetti dell’assenza di gravità sul cervello degli Astronauti

La Redazione

Scala Coeli, venerdì 02 febbraio 2018.

giuseppe-iariaLo scalese Giuseppe Iaria, è Professore di Neuroscienze Cognitive all’Università’ di Calgary (Canada), e anche Direttore di NeuroLab, un laboratorio che si occupa di indagare le basi neurali dell’abilità di orientamento spaziale negli umani, cioè la capacità’ di diventare familiari con un ambiente e raggiungere posti diversi senza perdersi. Il Prof. Iaria dopo gli studi scientifici fatti al Liceo Scientifico Stefano Patrizi di Cariati, parte dal piccolo borgo di Scala Coeli alla volta di Roma, qui in meno di 5 anni si Laurea in Psicologia all’Univestità La Sapienza, dove continua a studiare e lavorare per alcuni anni per poi spostarsi in giro per il mondo prima al College de France a Parigi, poi all’Istituto Neurologico di Montreal, poi all’Università’ McGill ed in fine all’Universita’ della British Columbia di Vancouver in Canada. Lavora da anni su questo tema e pubblica lavori su riviste scientifiche molto importanti. Molti dei sui articoli, sul valore di questa ricerca scientifica, sono stati anche pubblicati su riviste non-scientifiche molto importanti come The New Scientist, The Atlantic, The New York Time, e tra qualche settimana anche su The Guardian, una serie di documentari scientifici sono stati trattati anche da radio e televisioni molto importanti come Radiolab (New York) e recentemente BBC (UK).
Giuseppe Iaria di Scala Coeli, è Professore di Neuroscienze Cognitive all’Università di Calgary in CanadaIl lavoro alla NASA ha l’obiettivo di indagare gli effetti dell’assenza di gravità sul cervello degli Astronauti. La ricerca coinvolge gli Astronauti che vanno nella Stazione Spaziale Internazionale, i quali vengono esaminati prima della partenza e dopo il rientro. Questo progetto ha un grande valore scientifico visto che è il primo studio ad indagare gli effetti dell’assenza di gravità’ sul cervello in relazione alla capacità degli astronauti di orientarsi nell’ambiente. Il Dott. Iaria è l’unico responsabile della ricerca per il progetto alla NASA, il che vuol dire una grande responsabilità’ ma soprattutto una grande fortuna per essere esposti quotidianamente con persone di grande calibro intellettuale e scientifico. Uno dei principali intessi della ricerca del Dott. Iaria, si concentra sulle funzioni cerebrali alla base della memoria spaziale e all’orientamento topografico nell’uomo, e inoltre interessato ad indagare sul cervello per quanto concerne i meccanismi coinvolti nell’elaborazione e nel riconoscimento del volto, nonchè le basi neurologiche di variabilità nel comportamento degli individui.
Una cosa molto curiosa che, il Prof. Iaria racconta agli amici d’infanzia di Scala Coeli e che nonostante ormai sono anni che vive in giro per il mondo  –  quando la gente gli chiede di quale paese lui proviene – ovunque lui sia, e con chiunque lui stia parlando – risponde sono di Scala Coeli, un paesino in Calabria, una regione del sud Italia.

114 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *