...


Svolto a Torre Melissa il “Capitolo Solenne” della Commenda San Francesco di Assisi di Cirò Marina

Il Capitolo è un antico rito in cui i Cavalieri Templari, si radunavano in forma segreta e riservata per prendere decisioni importanti circa la vita dell’antico ordine

La Redazione

Torre Melissa, mercoledì 14 marzo 2018.

Lo scorso sabato 10 Marzo 2018, si è svolto a Torre Melissa, nella incantevole cornice della Torre Aragonese, il Capitolo Solenne della Commenda San Francesco di Assisi di Cirò Marina.
Il Capitolo è un antico rito in cui i Cavalieri Templari, si radunavano in forma segreta e riservata per prendere decisioni importanti circa la vita dell’antico ordine. è rimasto quasi invariato l’antico rituale ma è scomparsa la segretezza, difatti tutti possono partecipare e prendere visione della cerimonia, tuttavia solo agli iscritti dell’OSMTH. – Associazione neo-templare afferente al Gran Priorato d’Italia – è riservato l’onore di sedere all’interno del sacro quadrato.
I lavori capitolari sono stati condotti dal Commendatore della Commenda San Francesco di Assisi, il Cav. Enzo Valente, coadiuvato dal cerimoniere Cav. Alberto Domanico e dal cancelliere Maria Rosa Pugliese.
Il Capitolo, avuto inizio alle ore 17:00, si è svolto in più parti. Espletati gli adempimenti iniziali, con il ricevimento degli ospiti e con l’ingresso solenne del Gran Priore Vicario dell’Ordine, Cav. Filippo Grammauta, si è proceduto con l’investitura con il grado di scudiero della Sig.na Alessia Gallello e del Sig. Arcangelo Marseglia. Successivamente, sono stati elevati al grado di Cavaliere il Sig. Francesco Cerrelli, il Sig. Francesco Marolda e il Sig. Raffaele Vizza.
La parte conclusiva del Solenne Capitolo è l’allocuzione, nell’occasione sono intervenuti il Commendatore Enzo Valente e il Gran Priore Vicario il Cav. Filippo Grammauta.
Nel suo intervento, il Commendatore Valente, prendendo spunto dal Salmo 133, detto appunto “Canto dei Pellegrini”, ha ricalcato la bellezza della convivialitĂ  e dello stare insieme, così come i pellegrini si recavano a Gerusalemme per rendere grazie all’Altissimo e festeggiare il raccolto. Ribadendo il concetto della “Fratellanza” e dell’importanza dell’aggregazione dei fratelli ha sottolineato: “i momenti di incontro sono spesso vissuti all’ombra dell’abitudine, quando potrebbero essere davvero come un olio fragrante che sigilla la nostra consacrazione al Signore e una rugiada che rinfresca e rende fertile la nostra vita come popolo di Dio”.
Nel ringraziare tutti i presenti ha incitato i propri Cavalieri ad essere Valorosi e distinguersi in questa societĂ  dedita al consumismo e all’egoismo. Mentre, il Gran Priore Vicario Cav. Filippo Grammauta, Storico a livello Internazionale, oltre a ringraziare il Commendatore per l’invito e l’ospitalitĂ  riservatogli ha portato i saluti del Gran Priorato d’Italia.
Nel suo intervento, oltre a congratularsi con la Commenda San Francesco di Assisi per i suoi continui lavori e per l’impegno profuso nel diffondere i valori Templari e in generale un messaggio culturale ad ampio raggio, ha augurato ai neo Cavalieri un lungo cammino all’interno dell’Antico Ordine militare.
A seguire, presso il ristorante “Il Conte di Melissa” adiacente alla Torre, si è svolta la tradizionale “Agape Fraterna”, per festeggiare i nuovi Scudieri e i neo Cavalieri.

895 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *