...


Saracena Wine Festival, la pi√Ļ grande degustazione sul Moscato

L’evento nel borgo del Pollino, famoso per il Moscato, presidio Slow Food, si svolgerà dal 23 al 25 marzo con degustazioni, incontri e laboratori. Ecco il Programma

La Redazione

Saracena, sabato 17 marzo 2018.

L‚Äôevento nel borgo del Pollino famoso per il Moscato, presidio Slow Food, si svolger√† dal 23 al 25 marzo con degustazioni, incontri e laboratori che vedranno protagonisti grandi nomi del giornalismo italiano enogastronomico ed esperti di settore. Visite alle aziende del territorio. Un borgo intero coinvolto nel pi√Ļ grande evento dei vini calabresi.

Il borgo di Saracena, paese del Pollino famoso per il Moscato oggi presidio Slow Food e simbolo di cultura e tradizione vitivinicola antichissima, per tre giorni diventa la casa del vino calabrese. Dal¬†23 al 25 marzo¬†la nona edizione del¬†Saracena Wine Festival¬†si propone come momento importante di confronto ed incontro tra le realt√† produttive della Calabria, giornalisti di settore tra i pi√Ļ importanti del panorama italiano, le istituzioni, i consorzi del vino calabrese, le reti di produttori, la filiera agroalimentare, gli chef della scena contemporanea della cucina calabrese. Un grande spazio di contenuti arricchito da degustazioni tecniche, banchi d‚Äôassaggio dedicati alle realt√† produttive del vino in Calabria inserite nella splendida cornice della¬†Pinacoteca ‚ÄúAndrea Alfano‚Ä̬†(che raccoglie la pi√Ļ importante presenza di opere del ‚Äė900 meridionale)¬†¬†all‚Äôinterno di¬†Palazzo Mastromarchi, tanti eventi collaterali che animeranno il borgo di Saracena. Una grande festa di comunit√† dedicata al vino ed ai suoi protagonisti.

Ad inaugurare l‚Äôintenso programma sar√† la pi√Ļ grande degustazione mai avvenuta prima d‚Äôora dedicata al¬†Moscato Passito di Saracena¬†che vedr√† protagonisti 8 vini a confronto in una degustazione guidata da¬†Marco Sabellico, prestigiosa firma del¬†Gambero Rosso¬†(ingresso su prenotazione) in programma alle¬†ore 17.30 di venerd√¨ 23 marzo, seguita dalla degustazione ‚ÄúEsplorazioni e meditazioni intorno alla natura del vino artigianale‚ÄĚ prevista per le¬†ore 19.00¬†curata da¬†Gae Saccoccio¬†wine philosopher responsabile di¬†naturadellecose.com. In serata alle¬†ore 20.00¬†la¬†cena tributo al Moscato e alla Podolica Calabrese¬†a cura degli chef¬†Gennaro Di Pace, Antonio Biafora, Emanuele Lecce, Nino Rossi¬†con il contributo di¬†Filomena Palmieri¬†nella splendida cornice di¬†Palazzo Mastromarchi¬†che diventer√† un affascinante ristorante (evento su prenotazione). Nel cuore del centro storico, sempre a partire dalle¬†ore 20.00, per le strade, gli slarghi e le viuzze si animeranno punti ristoro con mangiari di strada, le osterie casalinghe, le degustazioni itineranti regalando il fascino di un borgo tutto da scoprire. Alle¬†ore 22.00¬†i¬†Coltivatori di Musica ‚Äď Resistenza Gastrofonica Viaggiante¬†offriranno la loro performance musical culinaria al pubblico della prima serata del SWF.

Intenso di appuntamenti tecnici il carnet della seconda giornata del festival dedicato al vino. Si parte alle¬†ore 16.00¬†con un‚Äôincursione delle birre artigianali calabresi nel palinsesto dell‚Äôevento. ‚ÄúIl vino ospita la birra‚ÄĚ, degustazione curata da¬†Manila Benedetto, esperta di birra, degustatrice e giudice di concorsi internazionali, proporr√† un viaggio nei territori del vino calabrese attraverso 8 produzioni brassicole regionali di Pollino, Cir√≤, Savuto e Locride (prenotazione obbligatoria).

Sar√†¬†Luciano Pignataro, giornalista de ‚ÄúIl Mattino‚ÄĚ e direttore del blog ‚ÄúLucianopignataro.it‚ÄĚ, profondo conoscitore della realt√† vitivinicola del Sud, a coordinare l‚Äôincontro su ‚ÄúIl vino calabrese, la grande nicchia‚ÄĚ, spazio di dialogo e confronto con produttori e istituzioni regionali. L‚Äôappuntamento sar√† alle¬†ore 17.30¬†di¬†Sabato 24 marzo¬†all‚Äôinterno di¬†Palazzo Mastromarchi. Alle¬†ore 19.00¬†Daniele Cernilli, direttore di Doctorwine.it, sempre a Palazzo Mastromachi condurr√† la degustazione guidata che vedr√† insieme 8 vini ambasciatori della produzione del vino calabrese (evento con prenotazione obbligatoria). A seguire nel centro storico si animeranno punti ristoro con mangiari di strada, le osterie casalinghe, le degustazioni itineranti. La serata si concluder√† con il concerto degli¬†Apr√®s La Classe.

Domenica 25 marzo, invece, la giornata sarà dedicata alle produzioni agroalimentari con un focus culturale al mattino. Alle ore 11.30 nella Sala consiliare del Comune di Saracena Piero Sardo, presidente della Fondazione Biodiversità di Slow Food, presenterà il suo libro sui Formaggi naturali al quale parteciperanno Nicola Fiorita, presidente regionale di Slow Food e Lenin Montesanto, fiduciario della condotta Slow Food Pollino Sibaritide Arberia versante jonico cosentino. Nel pomeriggio, a Palazzo Mastromarchi, focus sui Presidi italiani del passito ed i formaggi naturali a partire dalle ore 16.00. Luciano Pignataro e Piero Sardo accompagneranno il pubblico nella degustazione guidata che mette a confronto 4 Presidi Slow Food (Moscato di Saracena, Moscato Passito di Strevi, Vino Santo affumicato della Valle del Tevere e il Vino Santo Trentino) abbinati a una selezione di formaggi naturali (evento con prenotazione obbligatoria). Salvatore Ciociola, ufficio nazionale dei Presidi Slow Food, e Alberto Carpino, responsabile regionale Presidi Slow Food chiuderanno, alle ore 18.30 presso Palazzo Mastromarchi, l’intenso programma della tre giorni del Swf con la degustazione dedicata al Presidio dell’Olio Italiano per la Calabria, degustando 4 oli calabresi già presidio Slow Food.

Ogni giorno presso Palazzo Mastromarchi i banchi d‚Äôassaggio dedicati ai consorzi vitivinicoli ed una selezione di aziende calabresi saranno aperti dalle ore 16.30 alle 21.00 (solo domenica 25 marzo fino alle 20.00).¬†In pi√Ļ si organizzano degustazioni private e visite guidate presso le aziende di Saracena e del territorio. Il professore¬†Vincenzo De Marco¬†si occuper√† (su prenotazione ed in forma gratuita) di accompagnare gruppi alla visita guidata della Pinacoteca comunale di Palazzo Mastromarchi. Spazio anche alla degustazione di sigari toscani a cura del¬†Club Amici del Toscano.¬†Sul manifesto dell‚Äôedizione 2018 del Saracena Wine Festival l‚Äôillustrazione di¬†Giovanni Pierantoni.

L‚Äôevento √® finanziato dalla¬†Regione Calabria¬†con il fondo dedicato agli eventi culturali e vede la partecipazione di importanti partnership del comparto agroalimentare come l‚ÄôEnoteca Regionale della Calabria, i¬†Consorzi¬†di Tutela¬†dei vini¬†Terre di Cosenza¬†e¬†Cir√≤ e Melissa, la¬†rete¬†Vigne del Greco di Bianco, l‚ÄôAssociazione Produttori Moscato di Saracena, la delegazione calabrese della¬†FIVI ‚Äď Federazione Italiana Vignaioli Indipendenti,¬†Slow Food Pollino Sibaritide Arberia, il¬†Centro per la Valorizzazione dell‚ÄôAgroalimentare Meridionale,¬†Aprozoo¬†e i¬†Produttori del Presidio della Podolica¬†e la straordinaria partecipazione della¬†Fondazione Internazionale Slow Food per la Biodiversit√†. Realizzato grazie alla partnership tecnica di¬†Vinocalabrese.it,¬†Il Gusto della Passione, e la delegazione calabrese del¬†Movimento Turismo Vino.

69 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *