Torretta, ottava edizione della Via Crucis vivente

Per l’ottavo anno consecutivo il Gruppo Papa Wojtyla porta in scena per le strade di Torretta, e come sempre in coincidenza con la sera del venerdì santo, la Via Crucis Vivente, organizzata anche stavolta in collaborazione con la Parrocchia Madre della Chiesa e con il patrocinio dell’Amministrazione Comunale.

Nel tardo pomeriggio del 30 marzo scorso, quindi, al termine della santa messa celebrata nella chiesa madre da don Franco Lonetti, i circa cinquanta figuranti hanno fatto rivivere alla comunità locale le tradizionali scene che ripercorrono i giorni della condanna di Gesù e della sua resurrezione.

Proprio all’interno della chiesa sono stati raccontati gli ultimi momenti conviviali dell’ultima cena tra Gesù (interpretato ancora una volta dal bravissimo Antonio Capalbo) ed i suoi discepoli, Giuda Iscariota (Francesco Ioverno), Simone detto Pietro (Rocco Aiello I°), Giacomo, figlio di Zebedeo (Tiziano Marchetti), Andrea (Giuseppe Aiello), Giovanni (Carmine Basile), Filippo (Vincenzo Pirillo), Bartolomeo (Giuseppe Covello), Matteo (Luca Pacenza), Tommaso (Tommaso Bevilacqua), Giacomo, figlio di Alfeo (Antonio Astorino), Taddeo (Aldo Laganà), Simone il Cananeo (Rocco Aiello II°).

A seguire, nel giardino della Parrocchia, le toccanti scene di Gesù nell’orto degli ulivi e del suo arresto che lo porterà (sul sagrato della chiesa) al cospetto di Caifa (Daniele Cerminara), di Zara (Giovanni Afflitto) e dei Sacerdoti (Mauro Bruno, Antonio Strafaci, Francesco Gentile, Cristian Astorino e Carlo Ciccopiedi).

Ma come si sa la condanna definitiva spetterà al potente Procuratore Romano, Ponzio Pilato (Nicodemo Bruno), davanti al quale, e di sua moglie Claudia (Francesca Cardamone), il Cristo verrà portato su ordine di Caifa e dei suoi fedelissimi.

Destinato alla crocifissione, Gesù, durante la sua tragica Via Crucis, scortato dai centurioni (Michele Arena e Amedeo Lappanese) incontrerà sua Madre, Maria (Giuseppina Grasso), sarà aiutato dal Cireneo (Francesco Vaglica) a portare la croce, incontrerà la Veronica (Enrica Grillo), che gli asciugherà la fronte, e le donne di Gerusalemme (Teresa Parrilla, Asia Aiello, Sabrina Aloisio, Giusi Aiello, Romina Gerardi, Carmela Frontera, Elvira Labonia e Melania Bruno), per poi cadere per la terza volta ed essere spogliato anche delle sue umili vesti.

Fino al momento della sanguinosa crocifissione da parte dei soldati romani (Gennaro Grillo, Roberto Aiello, Roberto Barberi e Luigi Aiello), sotto gli occhi, oltre che di sua madre, di Maria di Magdala (Rossella Lama) e di Maria di Cleofa (Giovanna Vincenzo).

A raccontare tutte le 14 scene, la voce narrante di Don Franco Lonetti, mentre tra gli altri personaggi ricordiamo l’uomo del popolo (Giuseppe De Marco) ed i due ladroni (Salvatore Astorino e Vincenzo Brunetti)

Al termine della manifestaione, quando il buio della notte è sceso su tutto il corteo al seguito dei figuranti, un lungo applauso ha salutato i protagonisti e gli organizzatori del G.P.W., composto da Enzo Serafini, Saverio Berardi, Lina Buetto, Alfonso Artese, Vincenzo Pirillo, Salvatore Astorino, Antonella Nigro, Caterina Rizzo, Lucrezia Carbone e Mariacaterina Scorpiniti.