...


Concluso il convegno “Violenza di genere e intrafamiliare” a Torre Melissa nei suggestivi saloni della Torre Aragonese

L’evento è stato organizzato dalla Casa di accoglienza per donne e/o con bambini Domus di Melissa, dalla cooperativa sociale Co.Ri.S.S. ente gestore della stessa struttura e dall’Amministrazione comunale di Melissa

La Redazione

Torre Melissa, giovedì 24 maggio 2018.

Era il maggio del 2003 quando si inaugurò il Domus di Melissa. Una casa di accoglienza che da quindici anni accoglie, agli inizi uomini e donne, ora donne e/o con bambini  che versano in stato di difficoltà o vittime di violenza. Della sua storia e di violenza di genere, si è parlato martedì 22 maggio nel corso del convegno tenutosi nei locali della Torre Aragonese.

L’iniziativa voluta dalla cooperativa sociale Co.Ri.S.S. ente gestore della struttura e dall’Amministrazione comunale di Melissa, è stata l’occasione per ricordare non solo quanto ha fatto in questi quindi anni dal Domus a favore dei più deboli, ma anche un momento per annunciare tre nuovi progetti, due finanziati su base nazionale uno dalla Regione Calabria, che andranno a potenziare i servizi offerti dal centro.

Ad aprire i lavori, moderati dalla presidente della sezione ANFI (Associazione Nazionale Familiaristi Italiani) di Cirò Marina, Giovanna Abbruzino, il presidente del Co.Ri.S.S., Salvatore Maesano, che ha ripercorso la storia della struttura e raccontato la storia di una giovane ragazza ospitata qualche anno addietro vittima di sfruttamento sessuale, la quale grazie al Domus ha ripreso a vivere denunciando i suoi aguzzini e presentato le nuove attività che verranno avviate nei prossimi mesi.

A seguire l’intervento di Maesano quelli del sindaco di Melissa, Gino Murgi che si è detto orgoglioso di ospitare e sostenere una struttura che da ospitalità a donne e bambini, del primo cittadino di Carfizzi, Carmine Maio, di Teresa Cortese, dell’Osservatorio nazionale sul diritto di famiglia e dell’assessore alla cultura del comune di Melissa, Maria Teresa Cortese.

“Non bastano solo leggi”, ha detto l’ex parlamentare e giornalista, Franco Laratta. Parlando di dati, Laratta ha ricordato, il numero delle donne che annualmente vengono ammazzate e di quante giovani straniere vittime di tratta vengono costrette a prostituirsi.

A concludere i lavori del seminario, le relazioni della coordinatrice del Domus, Rossella Fusaro, dell’onorevole, Arturo Bova, presidente della commissione regionale anti ‘ndrangheta e la testimonianza di una donna accolta presso il Domus.

Per dire no alla violenza sulle donne l’amministrazione comunale, su proposta del gruppo consigliare di minoranza, nel corso della mattinata ha inaugurato 2 panchine rosse che verranno posizionate una a Torre Melissa, l’altra a Melissa. (Michele Abate)

218 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *