...


6 milioni di euro per la raccolta differenziata al Comune di Crotone

Il sindaco Pugliese: sarà un lavoro di squadra insieme ad Akrea ed i cittadini

La Redazione

Crotone, venerdì 20 luglio 2018.

9.432.360 sacchetti di diversi colori per le varie tipologie di rifiuti da distribuire alla cittadinanza, 19.780 bidoni di diverse dimensioni, 55 nuovi mezzi, 6.000.000 € di investimenti.

Sono alcuni numeri del piano di raccolta differenziata che il sindaco Ugo Pugliese ha presentato questa mattina nel corso di una conferenza stampa che si è tenuta presso la Sala Consiliare.

Presenti la giunta comunale al completo, il presidente del Consiglio Comunale Serafino Mauro, il presidente di Akrea Rocco Gaetani, l’amministratore unico di Crotone Sviluppo Gianfranco Turino, il comandante della Polizia Municipale Francesco Iorno, il dirigente del settore Ambiente Giuseppe Germinara, Consiglieri Comunali e i segretari provinciali di CGIL, CISL e UIL Falbo, Mingrone e Tomaino.

L’Amministrazione Pugliese ha scelto di utilizzare un modello di raccolta integrata in cui la raccolta differenziata del rifiuto è l’unico sistema di raccolta che non si aggiunge a quello tradizionale ma lo sostituisce per intercettare la massima quantità di ciascuna frazione di rifiuto, separata a monte.

Le nuove modalità di raccolta prevedono un servizio “porta a porta”, ribattezzato “portone a portone” in tutta la città per l’intercettazione dei flussi principali (organico, carta e cartone, plastica, multimateriale, vetro) ed un sistema a chiamata o con contenitori posizionati in particolari utenze commerciali per i flussi minori, oltre alla possibilità di conferire nelle due isole ecologiche.

“In questi giorni pubblicheremo i bandi di gara per l’acquisizione dei mezzi e delle attrezzature. Stiamo facendo un investimento che a Crotone non si era mai visto. E chiunque dica che avremmo potuto fare prima non si rende conto che avremmo non solo non realizzato questo percorso, attraverso il contributo di Crotone Sviluppo, ed allo stesso tempo messo a rischio un centinaio di posti di lavoro” ha detto il sindaco Ugo Pugliese.

“Parliamo di un investimento di più di sei milioni di euro, di cui due finanziati dalla Regione Calabria. Il resto si originerà dai risparmi e dai ricavi generati dalla raccolta differenziata. Risparmi derivanti dal calo di rsu conferito in discarica e i ricavi al prezzo con cui Conai pagherà i prodotti che riusciremo a conferire” ha aggiunto Pugliese.

“Più saremo bravi a fare la differenziata e più caleranno in futuro le bollette della Tari. Per questo sarà fondamentale la collaborazione dei cittadini. Andremo nelle scuole a parlare con i ragazzi, faremo in modo che si possa stabilire una maggiore consapevolezza nei cittadini rispetto al tema” ha aggiunto il sindaco Pugliese.

Per sostenere questo processo virtuoso oltre all’investimento del Comune, il sindaco ha parlato di nuova Akrea, che abbia più consapevolezza e più responsabilità rispetto al servizio affidatole. Per questo la società ha avviato un serio processo di riorganizzazione mirata alla qualità e che sarà accompagnata anche ad una adeguata formazione del personale.

Parte il conto alla rovescia che porterà, dopo le procedure di gara, alla distribuzione presso le famiglie ed alle attività commerciali dei contenitori e dei sacchetti microcippati e l’acquisto dei mezzi per cominciare entro gennaio 2019 il servizio di raccolta differenziata.

Il presidente di Akrea Rocco Gaetani ha detto che l’obiettivo è di arrivare nei primi tre mesi del 2019 al 38%

“La raccolta differenziata è un vero e proprio processo industriale che ha le sue diverse fasi. Ora possiamo con chiarezza definire l’orizzonte temporale della raccolta differenziata nella nostra città” ha concluso il sindaco Pugliese.

A margine della conferenza stampa il sindaco ha annunciato che è stato previsto un servizio straordinario di pulizia della città a cura di Akrea.

40 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *