...


La Freccia di Trenitalia sarĂ  attiva anche tra Sibari e Crotone

Interviene la Deputata Elisabetta Barbuto (M5S): I cittadini stiano tranquilli

La Redazione

Crotone, giovedì 23 agosto 2018.

La Freccia chiesta nei giorni scorsi agli Enti competenti potrebbe partire dalla Sibaritide in attesa che si concluda l’elettrificazione del tratto Sibari-Crotone».
«In questi giorni – spiega la Deputata Barbuto – è tornata d’attualità la questione dei trasporti del Crotonese perché con l’arrivo dei turisti s’è raddoppiato o, addirittura, triplicato il numero delle presenze sul territorio. Ma, come tutti sappiamo, la vecchia politica ha voluto altre strategie per Crotone. Scelte che hanno portato ad un isolamento totale dell’area jonica e alle quali stiamo lavorando per invertire la rotta. «Prima della sospensione dell’attività Parlamentare – ha continuato la pentastellata – abbiamo avuto, non a caso, degli incontri ufficiali al Ministero dei Trasporti, all’Anas e alle Ferrovie dello Stato. In quella sede abbiamo chiesto sia delle soluzioni temporanee a breve termine, sia delle soluzioni definitive a medio-lungo termine». L’idea è, intanto, entro poco, di avere un freccialink che colleghi Crotone a Lamezia Terme in tempi brevi per permettere agli utenti di prendere le Frecce che transitano sull’area tirrenica. Il tutto in attesa che si concluda l’elettrificazione della tratta Sibari-Crotone. «L’idea a lungo termine, infatti, è che ci sia una Freccia che parta, per ora, da Sibari, quindi da Crotone e comunque dall’area jonica sud, e che porti a Roma in tempi rapidi». Ai suddetti incontri, infatti, hanno partecipato anche le senatrici Margherita Corrado e Rosa Silvana Abate e s’è discusso del problema dei trasporti nella Sibaritide e nel Crotonese. Al centro del dibattito c’è, come emerso già in precedenza, appunto, l’elettrificazione della linea Crotone-Sibari e l’ampliamento dei servizi per i trasporti dell’area Jonica compresa tra le due antiche città magnogreche per avere condizioni paritarie a quelle delle altre zone d’Italia ma, soprattutto, l’istituzione di una Freccia, con i percorsi da studiare, che porti a Roma evitando anche i disagi che i cittadini, i turisti e gli imprenditori si trovano a vivere in questo periodo dell’anno. «La Freccia partirebbe intanto dalla Sibaritide e alla stessa noi avremo anche dei collegamenti – insiste la Deputata – in attesa di partire poi da Crotone, appena concluso il processo di elettrificazione. Perché di questo, oltre che del rilancio reale dell’aeroporto, c’è bisogno per rivalutare il Crotonese».
E’ quanto afferma Elisabetta Barbuto (M5S Camera).

12871 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

20 Responses to La Freccia di Trenitalia sarĂ  attiva anche tra Sibari e Crotone

  1. elly Rispondi

    29 agosto 2018 at 13:14

    siamo tagliati fuori da tutto e da tutti…
    ci sara un motivo perche’la Calabria deve rimanere isolata dal resto del mondo…..
    interesse di chi?

  2. Franca Rispondi

    25 agosto 2018 at 16:51

    Non prendetecci in giro …. come hanno sempre fatto quelli di prima….. ma soprattutto non votiamo quelli di prima!!!

  3. Franca Rispondi

    25 agosto 2018 at 16:48

    Speriamo che questa volta sia vero!!!ci contiamo tantissimo!!

  4. Luca Pettinari Rispondi

    25 agosto 2018 at 15:07

    Quanto a informazioni, ne ho poche, ma il problema Mi riguarda da vicino. Questa Estate volevo viaggiare da Pescara, verso Crotone, ma andando sul sito di Trenitalia, inserendo la stazione di partenza e quella di destinazione, non riuscivo ad ottenere alcuna soluzione di viaggio. Dunque ho dovuto rinunciare.. luca

  5. Francesco Rispondi

    25 agosto 2018 at 09:01

    Quando si inizia, come si suol dire si è al 50% dell’ opera. Occorre fiducia, responsabilitĂ  e soprattutto impegno a lottare uniti e compatti, controllando sempre chi è delegato a fare ciò, senza aspettare le successive elezioni per confermare o no i nostri rappresentanti.
    Vigilare e lottare.

  6. ecoinrete Rispondi

    25 agosto 2018 at 08:49

    Interessi di parte hanno finora scavalcato gli interessi dei cittadini privandoli dell’opzione viaggio su rotaie in breve e lunga percorrenza
    Gli utenti elogeranno il buonsenso riversato sul ripristino e modernizzazione della linea ferroviaria ionica e sapranno infondere profitto privilegiandola agli sconvenienti e faticosi viaggi su gomma

  7. Luigi Lepera Rispondi

    25 agosto 2018 at 08:17

    Attualmente su questa linea (SIBARI CROTONE) esiste il limite di velocitĂ , dal momento in cui viene rifatta la massiccia con la sostituzione dei vecchi binari e naturalmente la linea elettrica i convogli potranno viaggiare anche a una velocitĂ  superiore ai 150 km/h

  8. Lupo Rispondi

    25 agosto 2018 at 05:01

    C’è bisogno del freccia rossa che vada da Sibari a Milano!!!
    O anche da Crotone a Milano, per la fascia Jonica!!!

  9. Giovanni Rispondi

    25 agosto 2018 at 00:52

    Io non ci credo. Infatti da sullo jonio da Taranto a Reggio Calabria il binario e’ unico. Non potra’ avere una velocita’ media elevata. E se non sbaglio anche la tratta Sibari Cosenza e’nelle stesse condizioni anche se elettrificata.

  10. Giovanni Rispondi

    24 agosto 2018 at 21:47

    In attesa del potenziamento dei binari, importante e avere qualche treno, cosa adesso negata per le lunghe percorrenze, privilegiando probabilmente il traffico su gomma, privato e piĂą pericoloso.

    • Giovanni Rispondi

      25 agosto 2018 at 10:53

      Primo assoluto è il raddoppio dei binari!! Altrimenti tutti investimenti non produttivi! La linea principale dev’essere Reggio Calabria – Bari come nel passato!

  11. battista Rispondi

    24 agosto 2018 at 21:14

    Non si puo dare il monopolio dei trasporti alle societa’private di autobus perche anche noi calabresi abbiamo il diritto di viaggiare con i treni e con gli aeri, non di fare viaggi infernali su gli autobus,20 ore di viaggio come bestie, passeggeri da terzo mondo.Cittadini calabresi facciamoci rispettare perche ne va della nostra crescita territoriale e personale chi si butta in politica de capire che il territorio cresce se ci sono trasporti adeguati, e non svedere la calabria cosi.bisogna far nascere ferrovie e areoporti perche la calabria ha bisogno di queste cose per crescere.

  12. adriana nicoletti Rispondi

    24 agosto 2018 at 14:12

    ma la linea milano crotone 10 anni fa c’era e funzionava benissimo . poi non di sa x quale interesse di wualcuno hanno messo i pulman al posto dei treni. Forse i 5 stelle riuscira’ a ripristinare detto treno. contiano su di loro. Ormai abbiamo bisogno di miracoli.Come un aeroporto nella dibaritide. per interessi di Crotone che si oppone a far fare l’ aeroporto a Sibari. Ci sono stanziati i contributi europei ma non usciamo vivi da questi politici locali che non fanno nulla x migliorare il nostro territorio. boh

  13. Nuccia Rispondi

    24 agosto 2018 at 12:52

    Pagheremo il lusso/comoditĂ  della Freccia e viaggeremo alla velocitĂ  di un intercity, succede giĂ  sulla milano taranto: la freccia impiega 4 ore per arrivare da taranto a napoli, poco piĂą di 300 km, se non sbaglio.

  14. giancarlo de franco Rispondi

    24 agosto 2018 at 10:39

    Mi sembra di sentire il racconto di una favola. Un treno Freccia “spuntata” nella tratta Crotone Sibari? Ma se ancora c’è il binario unico questa pseudo-freccia quando si incontrerĂ  con quella che viaggia in senso contrario cosa farĂ ? Si fermerĂ  ad aspettare. Quanto? Ed il vantaggio quale dovrebbe essere se su questa linea la velocitĂ  massima potrĂ  essere 110-120 km/h? Siamo come al solito la barzelletta dell’Italia.

    • Francesco Rispondi

      24 agosto 2018 at 20:00

      La linea è a rango C, quindi è operabile a velocità fino a 200km/h, non come dici tu.
      Resta l’utopia di un trasporto su ferro degno della civiltĂ , anche senza frecce.
      Ma questo governo, ed in particolare i parlamentari calabresi, mi pare che almeno si stanno muovendo nella direzione giusta, invece di stare immobili a rubare lo stipendio come è stato fatto per anni.

      • Michele Cimicata Rispondi

        25 agosto 2018 at 13:01

        Ti risulta che l’elettrificazione Sibari-Crotone sia iniziata?A me no,in quanto alle favolette,anche i nuovi eletti sanno raccontarle,di qualsiasi colore politico.

        • Francesco Rispondi

          29 agosto 2018 at 07:52

          Si che è iniziata, tieniti informato. Su questo stesso sito ci sono tanti articoli che ne parlano.

  15. Marilisa Cavalletti Rispondi

    24 agosto 2018 at 02:02

    Una follia, tenuto conto che il treno attraversa paesi e passa a pochi metri dalle abitazioni, in alcuni punti a pochi metri dal mare. Va potenziata la linea che giĂ  c’è come metropolitana di superficie a basso impatto ambientale, tale da creare un collegamento con snodi ferroviari come Sibari o Catanzaro Lido dove prendere le frecce o treni piĂą veloci. Mi auguro si crei un movimento di cittadini che si opponga, visto che altrove si ha una visione del progresso assai miope.

    • Francesco Rispondi

      29 agosto 2018 at 15:24

      Questo è una problematica reale, ma penso che questa linea sarà attraversata al massimo da convogli ex intercity ora chiamati frecciabianca.
      Scordatevi elettrotreni quali frecciargento e simili, sarebbe pura utopia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *