...


FlixBus operativa da oggi: da Crotone, Cutro, Strongoli Marina, Torre Melissa, Cirò Marina e Torretta Crucoli

FlixBus operativa da oggi lunedì 3 settembre 2018 in sei località del Crotonese. Dalla provincia di Crotone raggiungibili 2.000 città in tutta Europa

La Redazione

Crotone, lunedì 03 settembre 2018.

FlixBus operativa nel Crotonese da lunedì 3 settembre. Sei località della provincia collegate alla rete intercity più estesa d’Europa grazie alla collaborazione con IAS e Romano. 2.000 destinazioni europee raggiungibili dalla Calabria, prenotabili su www.flixbus.it, via app e nelle agenzie viaggi affiliate.

Da questa settimana, grazie alla collaborazione con gli operatori storici del territorio IAS e Romano, si potrà viaggiare dalla provincia di Crotone verso numerose destinazioni italiane e, spesso con un solo cambio, verso 2.000 mete in tutta Europa.

Costa ionica: da Crotone a Torretta Crucoli, il litorale crotonese allacciato alla rete FlixBus.

Per chi parte dalla costa, sono numerose le opportunità di viaggio sia in Italia che in Europa, grazie alle tante interconnessioni disponibili all’interno della rete FlixBus: da Crotone, Marina di Strongoli, Torre Melissa, Cirò Marina e Torretta Crucoli si potranno infatti raggiungere, in Puglia, Taranto, Bari e San Giovanni Rotondo, e in Campania, Sala Consilina e Napoli. Con qualche ora in più, si arriverà poi a Roma, Firenze, Bologna, Milano e Torino, da cui raggiungere, con un solo cambio, destinazioni europee di richiamo come Barcellona, Parigi, Berlino, Monaco di Baviera, Francoforte o Praga.

Entroterra: partenze anche da Cutro

Chi parte dall’entroterra potrà sfruttare le partenze da Cutro, collegata con Milano e Torino, e raggiungere con facilità numerose destinazioni all’estero grazie alle interconnessioni in partenza dalle due città.

4767 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

11 Responses to FlixBus operativa da oggi: da Crotone, Cutro, Strongoli Marina, Torre Melissa, Cirò Marina e Torretta Crucoli

  1. Pasquale Rispondi

    24 settembre 2018 at 23:31

    Sono proprietario di un alloggio a Torretta di Crucoli, 10 anni fa partendo da Asti potevo venire a Torretta col treno (magari in cuccetta)adesso sono obbligato a prendere il bus perché hanno pensato bene di fare sparire il treno. Domanda: Siamo in un paese normale? Perché non si fa funzionare l’aeroporto di Crotone, qualcuno sa spiegarlo? Cordiali saluti…………

  2. Maria Rispondi

    4 settembre 2018 at 21:21

    Progresso… Questo sconosciuto! Col tempo che metto ad arrivare in pullman in Calabria, con l’aereo arrivo in Cina!Abbiamo un aeroporto e fatelo funzionare!!! massa di inefficienti!!

  3. Leonardo Rispondi

    4 settembre 2018 at 20:10

    Ripristinare il milano Crotone sarebbe stata una soluzione per le tante persone che si recano in Calabria dalla parte ionica.

  4. angelo 2 Rispondi

    4 settembre 2018 at 19:54

    Sono partito da malpensa e sono arrivato a Lamezia in 85 minuti ho preso un taxi e sono arrivato a ciro marina alle ore 11,00 Spesa totale , aereo + taxi euro 170 in due persone

  5. Francesco grande aracri Rispondi

    4 settembre 2018 at 08:37

    Sono Francesco.se tutto questo e politica seria vuldire che io non ho mai capito perché sono a questo mondo.io avevo tracciato un desiderio visto che a Reggio Emilia abitiamo circa 15000 abitanti solo di Cutro e tanti della provicia di Crotone. Si poteva benissimo fare una cooperativa di 5000 persone e fare decollare l’aeroporto di Crotone con quello di Parma con partenze alle ore 16.00 con riemtro domenica alle ore23.00. Voi politici avete gli occhi chiusi

  6. Francesco Bruno Rispondi

    4 settembre 2018 at 08:05

    Si, si, certo, ora il bus è diventato il mezzo più ambito per raggiungere le capitali europee, con 36 ore di viaggio magari…ma per favore! Ma che articoli scrivete? Ma stiamo scherzando?!
    E poi perché tutto questo entusiasmo per quest’ennesimo sopruso?
    In un paese civile e moderno si vola per raggiungere mete lontane e si usa il treno per l’intercity interno, mentre i bus operano solo nell’entroterra o per collegamenti da stazioni ad aeroporti e simili!!! Siamo a due passi dalla Grecia, raggiungibile in nemmeno un’ora di volo, per esempio e per arrivarci dovremmo prendere il bus?
    Qui da noi non c’è un collegamento per l’aeroporto di Lamezia o di Crotone. Li si che servirebbero i bus!
    Bah, veramente il popolo crotonese io non lo capisco proprio, mi sembra che ci prenda gusto a farsi del male.

  7. Domenico Rispondi

    3 settembre 2018 at 23:13

    Parto da un presupposto: ognuno ha quello che si merita e noi ci meritiamo essere trattati così. È inutile prendersela con i politici perché non sono altro che lo specchio di chi ce li manda, oppure prendersela con il sistema marcio del quale ognuno di noi fa parte e ci sguazza, chi più e chi meno. Rassegnazione e sdegno per non riuscire a cambiare la nostra Calabria!! Peccato

  8. angelo Rispondi

    3 settembre 2018 at 22:54

    La colpa non è solo dei politici che hanno affossato il nostro diritto alla mobilità ma anche del popolo bue che va a dare i propri soldi a questi venditori di fumo. Ore ed ore per raggiungere una località addirittura con diversi cambi a prezzi assurdi. Dov’è la convenienza?

  9. Giuseppe Rispondi

    3 settembre 2018 at 17:15

    Ma davvero ci prendono per gente con l’anello al naso! Ma solo a me fa girare le palle questa esaltazione di FlixBus?

    • Francesco Bruno Rispondi

      4 settembre 2018 at 07:55

      No, tranquillo, girano a parecchi. Io già qualche giorno fa al primo articolo della comparsa di Flixbus (in collaborazione con Romano e co…)mi infastidii e commentai qui stesso.
      E’ molto grave quello che sta succedendo in ambito trasporti e ci stanno monopolizzando con la gomma, vedi Romano, Simet, Busitalia e ora Flixbus e il problema è che pubblicizzano la cosa come se fosse venuta la manna dal cielo!
      Qui gli interessi di pochi prevalgono sulle esigenze di un paese moderno dei cittadini.

  10. emanuele Rispondi

    3 settembre 2018 at 12:27

    A pensare male si compie peccato ma spesso ci si azzecca: Ecco perchè si chiude l’aeroporto, la ferrovia ionica è a binario unico e non elettrificata, la 106 è una mulattiera e tratturi le strade dell’ entroterra. Perchè debbo perdere una giornata per raggiungere Milano o Torino e mezza giornata per Napoli o Roma? Il mondo viaggia alla velocità della luce e noi stiamo con gli autobus! siamo per caso cittadini di serie B??? certo il servizio è meglio averlo che non averlo! Ma mi chiedo ci farebbe male avere piu’ opzioni? saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *