...


La mostra “Simmetria, giochi di specchi”, giunta a Crotone dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Milano

Il 18 settembre, ha avuto inizio un ciclo di formazione con un seminario sulle simmetrie, a cui hanno preso parte numerosi insegnanti di istituti scolastici dell’intera regione. La mostra è prorogata fino al 31 maggio 2019

La Redazione

Crotone, venerdì 21 settembre 2018.

Prorogata fino al 31 maggio 2019, all’interno del Museo di Pitagora, la mostra “Simmetria, giochi di specchi”, giunta a Crotone direttamente dal Dipartimento di Matematica dell’Università di Milano, ove è allestita stabilmente in collaborazione con il Centro Pristem della Bocconi.
A tal proposito, nella giornata di martedì 18 settembre, ha avuto inizio un ciclo di formazione con un seminario sulle simmetrie, a cui hanno preso parte numerosi insegnanti di istituti scolastici di ogni ordine e grado dell’intera regione.
All’importante momento formativo, introdotto da Santo Vazzano, presidente del Consorzio Jobel, e organizzato con il sostegno del docente catanzarese Nicola Chiriano, sempre vicino alle attività di Jobel, e dell’Ufficio Scolastico Provinciale di Crotone, rappresentato dalle dott.sse Barbieri e Riggio, è intervenuta la prof.ssa Maria Dedò, già ordinario di geometria presso l’Università Statale di Milano nonché ideatrice della mostra “Simmetria, giochi di specchi” che ha catturato l’attenzione dei docenti presenti guidandoli in un approccio ludico-didattico con una materia spesso ritenuta ostica.
Hanno relazionato anche il prof. Massimo La Deda, associato di chimica dell’Unical, e il prof. James Silipo, docente di matematica presso il Liceo Scientifico di Sersale.
Il seminario, che sancisce soltanto l’inizio di un lungo e fruttuoso percorso formativo in collaborazione con le università milanesi, è stato suggellato dalla visita guidata alla mostra con una dimostrazione pratica di quanto affermato dalla prof.ssa Dedò: la risposta a tante domande si trova soltanto nell’applicazione.

26 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *