Attentato al medico dell’Ospedale di Crotone, Cerrelli (lega): gesto vigliacco e di una gravità inaudita frutto di una società rancorosa

Mi lascia sgomento la notizia del vigliacco attentato alla dr.ssa Calindro, avvenuto all’uscita dall’ospedale di Crotone alla fine del suo turno lavorativo.

Non è il primo gesto di violenza posto contro i medici del nosocomio crotonese e si rende necessario, pertanto, capire le cause di questi gesti di gratuita violenza, che offendono la vita di professionisti che dedicano la loro esistenza alla cura dei malati.

La società crotonese è certamente malata e tale disagio sociale è acuito da quel radicale individualismo, che non ci fa sentire parte di un corpo sociale, ma ci rende dei coriandoli rancorosi.