...


Calcio a 5: Pirossigeno CittĂ  di Cosenza vs Enotria 5-3

pt: 4° Chiappetta A. (CS) – 17° Riconosciuto (CS) – 18° Carnuccio (CZ) – 30° Capicotto (CZ)
— st. 5° Patamia (CZ) – 9° Riconosciuto (CS) – 17° Naccarato (CS) – 23° Gerbasi (CS)

La Redazione

Cosenza, martedì 04 dicembre 2018.

Pirossigeno CittĂ  di Cosenza: Gervasi, Paolozzo, Chiappetta A., Naccarato, Riconosciuto, Gerbasi, Monterosso, Bruno, Lanni, Candiloro, Savuto, Ceraldi. Allenatore: Mendicino

Enotria: Levato, Giampa’, Lombardo, Carnuccio, Armignacca, Patamia, Zurlo, Pastori, De Masi, Posella, Capicotto, Critelli. Allenatore: Pastori
Arbitri: Michienzi di Lamezia Terme e De Luca di Paola
Marcatori:
– pt: 4° Chiappetta A. (CS) – 17° Riconosciuto (CS) – 18° Carnuccio (CZ) – 30° Capicotto (CZ)
– st. 5° Patamia (CZ) – 9° Riconosciuto (CS) – 17° Naccarato (CS) – 23° Gerbasi (CS)
Cronaca:
Archiviata l’eliminazione dalla Coppa Italia frutto di due pareggi, la Pirossigeno CittĂ  di Cosenza si rituffa in Campionato e la decima giornata riserva alla squadra del presidente Fuoco il piĂą classico dei derby. Al PalaFerraro arriva l’Enotria CittĂ  di Catanzaro che, su quattro partite disputate in trasferta, fino ad ora ha raccolto solamente una vittoria in quel di Rogliano. I rossoblĂą, secondi in classifica, con mister Mendicino in tribuna per squalifica e tanti infortunati, sono chiamati all’ennesima battaglia al fine di mantenere il punto di distanza in classifica dall’inseguitrice Bovalino.
Derby che si preannuncia subito spumeggiante: il primo tiro della partita è del giallorosso Capicotto ma termina alto. PiĂą pericoloso il rossoblĂą Riconosciuto su azione da calcio d’angolo ma Levato devia in angolo. Nulla può l’estremo difensore ospite al 4° minuto quando Chiappetta A. va via in velocitĂ  e chiude nel migliore dei modi il triangolo con Gerbasi realizzando il goal del vantaggio. La Pirossigeno CittĂ  di Cosenza ha subito l’occasione per raddoppiare ma la punizione al limite dell’area non crea nessun pericolo agli avversari che iniziano a prendere campo, come testimonia il primo palo della partita colpito al 16° da Zurlo. Un minuto dopo ecco arrivare il raddoppio rossoblĂą grazie all’azione personale di Riconosciuto che salta anche Levato e deposita in rete. Palla al centro e l’Enotria dimostra, qualora ce ne fosse ancora bisogno, la qualitĂ  dei suoi giocatori: 5 passaggi e Carnuccio deposita in rete la palla del 2-1. Partita maschia, corretta e, soprattutto, sempre viva con l’Enotria sugli scudi: al 21° Carnuccio, da calcio d’angolo, scodella per Zurlo che si coordina e calcia al volo trovando, però, la respinta del portiere rossoblĂą Gervasi; al 24° Gerbasi serve in banda Riconosciuto il cui sinistro viene deviato dal portiere ospite quel tanto che basta per scheggiare la traversa. Ma quella dei rossoblĂą rimarrĂ  una azione isolata perchè sono gli avversari ad essere ancora pericolosi: al 28° è il capitano giallorosso Capicotto a scodellare per Zurlo che, senza pensarci due volte, calcia verso la porta trovando il suo personale secondo legno; al 29° Capicotto conquista palla e serve Zurlo la cui conclusione viene deviata in calcio d’angolo dalla pronta uscita di Gervasi. Alla battuta si presenta Pastori che, con esperienza, premia il movimento di Capicotto il cui sinistro non lascia scampo al portiere rossoblĂą.
Nella ripresa l’Enotria continua a spingere il piede sull’acceleratore: al 2° la conclusione di Zurlo termina a lato; al 4° arriva l’ennesimo palo per la formazione catanzarese, questa volta con Capicotto. Al 5° arriva il meritato goal del sorpasso: Carnuccio in banda per Zurlo che, di prima, calcia sul secondo palo dove è ben appostato Patamia per il piĂą classico dei goal. I lupi reagiscono ed al 9° riescono a pareggiare i conti grazie al solito chirurgico sinistro di Riconosciuto che, però, poco dopo si becca il secondo giallo e, di conseguenza, viene espulso. Enotria che prova a sfruttare la superioritĂ  numerica con l’onnipresente Carnuccio ma la sua conclusione dalla distanza viene respinta d’istinto da Gervasi. La Pirossigeno CittĂ  di Cosenza si difende bene senza concedere spazi agli avversari ed al 17° arriva il goal del sorpasso grazie al cosentino purosangue Naccarato, ben smarcato in area da Gerbasi. Il numero 9 cosentino corona la sua ottima prestazione al minuto 23 quando ruba caparbiamente palla a centrocampo, serve in banda Naccarato, stop e passaggio del numero 7 rossoblĂą verso il centro dell’area dove, da solo e indisturbato, Gerbasi realizza il goal del 5-3. L’allenatore/giocatore Pastori, che durante tutto l’arco della partita faceva accompagnare l’azione dal proprio portiere, nel tentativo di recuperare la partita, dal minuto 26 si schiera come uomo di movimento al posto di Levato ma i lupi cacciano fuori i denti concedendo poco agli avversari anche grazie al proprio portiere Gervasi. I rossoblĂą potrebbero addirittura rendere piĂą cospicuo il punteggio al 28° ma è il palo a negare la gioia della doppietta a Naccarato. Tre, lunghi, interminabili minuti di recupero al termine dei quali scoppia la gioia dei tanti tifosi locali.

8 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *