...


Coppa Italia quarto turno, Crotone sconfitto (3-0) sul terreno del Dall’Ara

Felsinei approdano agli ottavi dove il 13 gennaio incontreranno la Juventus

Giuseppe Livadoti

CROTONE, martedì 04 dicembre 2018.

Bologna 3
Crotone 0

Marcatori: Orsolini 40°, Falcinelli 46°, Orsolini 67°

Bologna (3-5-2): Da Costa, Calabresi, Gonzalez, Helander, Mbaye, Poli, Nagy, Orsolini (Dzemaili), Dijks, Falcinelli (Okwonkwo), Santander (Palacio). All. F. Inzaghi

Crotone (5-3-2): Cordaz, Sampirisi, Golemic, Marchizza (Curado), Aristoteles (Tripicchio), Zanellato, Rohden, Barberis, Martella, Simy (Budimir), Firenze. All. ddo

Arbitro: Juan Luca Sacchi di Macerata
Assistenti: Rossi – Formato
Quarto giudice: Francesco Guccini di Albano Laziale
Ammoniti: Sampirisi, Zanellato, Curado
Angoli: 8 a 3 per il Bologna
Recupero: 1 e 3 minuti

Continua il periodo senza successi del Crotone sotto l’egida del tecnico Massimo Oddo. “Sono deluso per la mancanza di personalità che esprimono i miei giocatori in campo. Contro il Bologna l’unico ad essersi salvato dal totale grigiore è stato Zanellato. In queste condizioni dovrò lavorare e tanto per cambiare la mentalità dei miei. Passaggi azzardati senza pensare dove mettere il pallone. Sembra che tra i piedi la sfera sia di fuoco e sene vogliono privare nell’immediato. Difficilmente facciamo una triangolazione vincente”. Quanto visto in quel di Bologna non è, purtroppo, un singolo episodio. È il modo di esprimersi del Crotone in campionato dall’inizio della stagione. Sul terreno dello stadio Renato Dall’Ara, la posta in palio: qualificazione agli ottavi di finale(13 gennaio 2019) contro la dominatrice del massimo campionato, la Juventus del mitico GR7, faceva pensare ad una diversa prestazione dei pitagorici. Se questo è il modo di esprimersi anche alla ripresa del campionato, giorni ancora più bui attenderanno la squadra del presidente Gianni Vrenna.
La sconfitta potrebbe essere ancora più pesante per il tecnico Massimo Oddo, già in discussione per come sta guidando la sua squadra e per i risultati ottenuti dopo quattro giornate dal suo arrivo: un solo punto conquistato. Tradotto in cifre significa play-out. Con la sconfitta in Coppa Italia ora sono cinque le sconfitte di seguito. Un viatico che non può passare inosservato. La conferma dell’esonero potrebbe arrivare già nelle prossime ore. Crotone con i sei/undicesimi iniziali sconfitti a Cremona con l’aggiunta di Rohden. Debutto in assoluto del centrocampista Zanellato. Tra i pali ancora Cordaz a causa dell’indisponibilità del secondo portiere Festa, rimasto in albergo febbricitante.

Trio difensivo con Sampirisi a destra, Golemic centrale, Marchizza a sinistra ma con l’apporto di Martella in fasedi ripiegamento. Conferma di Aristoteles a centrocampo con Zanellato e Barberis centrali. Esterno destro Rohden, Firenze al fianco di Simy in attacco ma con il copito di spaziare anche sulla fascia sinistra. Locali con la coppia d’attacco Falcinelli, Santander. Giocate timide a centrocampo da parte del Crotone ma senza subire il gioco avversario. Primo tempo con diverse azioni nelle rispettive aree. Già al secondo minuto il primo tiro in porta da parte dell’ex Falcinelli. Sei minuti dopo è il centrocampista Poli a cercare il gol con un tiro da fuori area. Il Crotone si fa vedere con un traversone rasoterra al decimo minuto effettuato da Rohden bloccato da Da Costa a terra. Martella dalla sinistra effettua un debole traversone. La migliore occasione per passare in vantaggio sui piedi di Zanellato al minuto ventisette ma il pitagorico da dentro l’area calcia il pallone a lato con il portiere fuori causa. Minuto trentasei un perfetto tiro di Santander è deviato in angolo da Cordaz. Lo svantaggio del Crotone arriva al minuto quaranta per merito di Orsolini che da posizione angolata fulmina Cordaz. L’azione che ha consentito il vantaggio del Bologna in seguito ad un pallone perso da Rohden lungo la fascia destra ed il mancato contrasto di Barberis in area di rigore nei confronti del marcatore. Nessuna reazione da parte degli uomini di Oddo nei minuti finali. La disfatta arriva fin dall’inizio della ripresa quando il Bologna mette in evidenza un diverso approccio alla partita senza nessun contrasto da parte degli ospiti. Il raddoppio arriva al minuto cinquantasei per merito di Falcinelli che capitalizza al meglio di testa una punizione di Orsolini. Lo stesso esecutore della punizione triplica il risultato al minuto sessantasette, ma dove era Martella? Si conclude la corsa dei pitagorici in Coppa Italia.
Dopo Bologna il Crotone osserverà due giorni di riposo. Riprenderà ad allenarsi venerdì, sabato e domenica. Lunedì, 10 dicembre, altra giornata di riposo per gli squali. Martedì allenamento a Crotone ed a seguire trasferimento a Steccato di Cutro fino a sabato quando farà ritorno nella città di Pitagora per la rifinitura in vista del prossimo incontro di campionato con il Venezia del tecnico Walter Zenga. La società pitagorica tiene a precisare che non si tratta di un ritiro punitivo, ma messo in atto per preparare nel migliore dei modi e con tranquillità la prossima partita sul terreno dell’Ezio Scida.

49 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *