Crotone: Parte la bonifica, il sindaco Pugliese percorso avviato dopo vent’anni in cui la città era rimasta ferma ad un palo

“Ci sono anni che possono segnare la storia di una città. Il 2019 sarà sicuramente uno di questi. E sarà ricordato come l’anno in cui, finalmente, ha preso il via la bonifica dell’ex aree industriali. Ed è motivo di soddisfazione pensare che è stata la mia amministrazione a definire un percorso che era fermo da vent’anni al palo di partenza. Ma soprattutto la soddisfazione è per la città ed i crotonesi che possono guardare al futuro con positività”

Lo ha dichiarato il sindaco Ugo Pugliese in apertura della conferenza stampa che si è tenuta questo pomeriggio nella Sala Giunta indetta in seguito alla conferenza dei servizi che si è tenuta questa mattina presso la Cittadella Regionale.

Conferenza alla quale con tutti gli assessori della Giunta hanno partecipato il dirigente del Settore Ambiente Giuseppe Germinaria e i funzionari Franco Milito e Danilo Pace

Parte la bonifica dunque, dopo il lavoro di squadra e di condivisione tra tutti gli enti interessati, in stretta sinergia con la Prefettura e la Procura che il sindaco ha inteso ringraziare unitamente alla Regione, all’Ispra, all’Arpacal, alla stessa Syndial oltre alla dott.ssa Belli che è stata Commissario Straordinario per la Bonifica.

Parte con l’approvazione del piano operativo di bonifica fase uno relativo alla realizzazione delle opere a mare di difesa costiera a cura di Syndial e validato dal Ministero dell’Ambiente.

Sostanzialmente si tratta della bonifica delle due discariche fronte mare che libera la città da tonnellate di sostanze nocive che saranno portate fuori dai confini cittadini.

Quella che venne frettolosamente e tristemente battezzata come la “passeggiata degli innamorati” e che ha conservato per anni nel suo corpo materiali fortemente pericolosi tornerà realmente nelle fruibilità della comunità a seguito dell’attività che sarà messa in campo a partire dal 2019.

La prima attività che sarà messa in campo è la fase Pob 1 cioè la realizzazione di opere di protezione idraulico – marittime che precede la bonifica delle due discariche.

“Bonifica integrale” come ha sottolineato il sindaco Pugliese.

Una attività che è valutata intorno ai dieci milioni di euro nell’ambito di un processo come ha evidenziato il sindaco è destinato a portare sicurezza ambientale, lavoro, sviluppo e per il quale si intende coinvolgere le imprese crotonesi.

Non è l’unica buona notizia arrivata in questo 13 dicembre.

E’ stato emesso il Decreto del Ministero dell’Ambiente che autorizza la rimozione del Cic dalla scuola di S. Francesco.

Una attività valutata oltre 13.000.000 € che consentirà di liberare e mettere a disposizione della comunità un’area nel centro della città e che si inserisce pienamente nella programmazione dell’Antica Kroton.

“Adesso che il percorso è avviato definitivamente non permetterò a nessuno di rallentarlo. Siamo di fronte ad una bonifica dinamica non statica. E la città sarà informata, passo dopo passo, di tutto ciò che avverrà” ha concluso il sindaco Pugliese.