...


Cerrelli (Lega): “L’ecologia ambientale dipende dalla tenuta morale della società”

Per salvaguardare la natura non è sufficiente intervenire con incentivi o disincentivi economici e nemmeno basta un’istruzione adeguata

La Redazione

Isola Capo Rizzuto, lunedì 14 gennaio 2019.

Nell’ambito dell’interessante convegno dal titolo Ambiente e Salute, tenutosi a Isola Capo Rizzuto e promosso da Mariella Maio, socio cofondatore di Risveglio Ideale e nel quale sono intervenuti vari e importanti relatori afferenti al mondo politico, l’avv. Giancarlo Cerrelli, Segretario della Lega Salvini Premier, nel suo intervento, rispondendo alla domanda del moderatore Orfeo Notaristefano, sul che fare, ha sostenuto, parafrasando Benedetto XVI, che:

Per salvaguardare la natura non è sufficiente intervenire con incentivi o disincentivi economici e nemmeno basta un’istruzione adeguata. Sono, questi, strumenti importanti, ma il problema decisivo è la complessiva tenuta morale della societĂ . Se non si rispetta il diritto alla vita e alla morte naturale, se si rende artificiale il concepimento, la gestazione e la nascita dell’uomo, se si sacrificano embrioni umani alla ricerca, la coscienza comune finisce per perdere il concetto di ecologia umana e, con esso, quello di ecologia ambientale.

Cerrelli ha inoltre affermato che una certa cultura ha la pretesa che ogni desiderio diventi diritto, un esempio attuale è la proposta balorda e irresponsabile da parte di qualcuno di voler liberalizzare la cannabis; Cerrelli ha chiesto: Vogliamo una società più malata, nevrotica violenta e con più incidenti stradali? La liberalizzazione della cannabis sarebbe un grave danno alla salute dei giovani ed è un irresponsabile chi ne chiede la legalizzazione.

Cerrelli ha poi concluso sostenendo, che anche nel rapporto tra ambiente e salute, la cultura è l’elemento senza il quale non ci potrà mai essere un’inversione di rotta e la Lega che ha a cuore lo sviluppo dei territori, a Crotone non si stancherà mai di denunciare pratiche o abusi che andranno contro i crotonesi e gli abitanti della provincia.

33 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *