...


Legambiente Calabria ringrazia Torre Melissa per la dimostrazione di umanità

La giornata in cui i cittadini di Torre Melissa si sono resi protagonisti di uno straordinario gesto di umana normalità resterà nei cuori e negli occhi della Calabria bella

La Redazione

Torre Melissa, lunedì 14 gennaio 2019.

La giornata in cui i cittadini di Torre Melissa si sono resi protagonisti di uno straordinario gesto di umana normalità resterà nei cuori e negli occhi della Calabria bella che è emersa in tutta le generosità che da sempre contraddistingue i calabresi.
Una giornata di quelle che vorremmo sempre ricordare, il saper accogliere e saper aprire i cuori oltre ai porti. Questo è il messaggio bello che il sindaco Gino Murgi e i cittadini di Torre Melissa hanno scolpito nell’agenda politica di un’Europa che arranca solo per poter dare accoglienza a 49 migranti a Malta.
Nessuno ha guardato, tanti cittadini di Torre Melissa si sono gettati nelle acque per salvare loro consimili e vorremmo che tutta l’Europa abbracciasse in un bagno di solidarietà i migranti, da ovunque provengano senza paura e nel silenzio, come ha fatto la cittadina del crotonese. Torre Melissa ha fatto vedere all’Europa intera, accogliendo ed abbracciando i migranti, senza nessun timore, senza pregiudizi e aprendo le porte ed i porti alla generosità ed all’ospitalità di una terra fragile, che quando è il momento sa dare amore e speranza.
Torre Melissa ha dato un segnale in forte contrapposizione con ciò che sta accadendo a livello nazionale: nei momenti tragici siamo prima di tutto umani ed il cuore lascia il posto a tutto il resto. Da questa storia bella auspichiamo ci sia una contaminazione e diffusione di umanità.
Ai cittadini di Torre Melissa, al Sindaco che con le sue parole e non solo ci ha commossi, alle forze dell’ordine, ai sanitari ed a quanti si sono prodigati in questa gran bella giornata di solidarietà va il nostro plauso e ringraziamento sincero. Semplicemente Grazie Torre Melissa!

166 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *