Eletti gli organismi direttivi della Fp-Cgil Area Vasta Calabria, guidata dal segretario generale Franco Grillo

«Il percorso unitario intrapreso con la costituzione dell’Area Vasta di Catanzaro Crotone e Vibo Valentia rafforza la nostra azione sindacale, incentrata sulla tutela dei diritti e della dignità dei lavoratori e sulle innovazioni che la società dell’informazione richiede. Davanti abbiamo un fase delicata ma avvincente che ci proietta verso il futuro. Ci attendono sfide dinanzi alle quali dovremo saper coniugare esperienza e innovazione, al fine di cogliere e interpretare, al meglio, le istanze di cambiamento che provengono dal variegato mondo del lavoro pubblico di questa nostra rilevante realtà territoriale della Calabria». Questo l’incipit con il quale il neo segretario generale della Fp-Cgil dell’Area Vasta di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, Franco Grillo, ha aperto l’assise sindacale chiamata a eleggere i nuovi organismi direttivi.

Assise nel corso della quale è stato dapprima eletto, Tonino Meliti, presidente del Comitato direttivo e, subito dopo, Maria Pupa, presidente dell’Assemblea generale. In Segreteria – su indicazione di Franco Grillo – sono stati, invece, eletti: Giovanna Folino Gallo, Enzo La Croce, Luciano Contartese, Rino Scicchitano e Amalia Tallarico.
«Esponenti sindacali che – guidati dal segretario Grillo – sapranno tutelare, i lavoratori anche in questa nuova dimensione organizzativa. Con l’impegno, la competenza e la passione civile che da sempre caratterizza la Cgil: la più grande organizzazione sociale del nostro Paese», – ha sottolineato nel suo intervento, Raffaele Mammoliti, segretario confederale della Cgil Area Vasta.

Sul ruolo fondamentale esercitato dalla Cgil nella società attuale «poiché mantiene fede ai propri valori e tiene alta la tensione ideale davanti a derive poco edificanti che stanno sempre più caratterizzando le dinamiche politiche, sociali e lavorative», si è soffermata anche Alessandra Bardari, segretaria regionale della Fp Cgil.
I concetti politico-sindacali espressi da Grillo, Mammoliti e Bardari, sono stati condivisi e rilanciati da Mauro Mastropietri, autorevole esponente dell’esecutivo nazionale della Funzione pubblica Cgil, il quale ha messo in evidenza: «Le tante opportunità che si possono innescare mettendo insieme le esperienze sindacali di un territorio così vasto. Le linee guida per far mergere e valorizzare le notevoli potenzialità che la Calabria possiede – ha aggiunto Mastropietri – le avete ben delineate nel corso di questa Assemblea generale, ovvero: lavoro, impegno e passione. Si tratta adesso di incanalarle anche in una dimensione nazionale e un primo appuntamento significativo sarà la manifestazione nazionale del 9 febbraio, a Roma. Mobilitazione che stiamo organizzando per sostenere la piattaforma unitaria che contiene le proposte per cambiare le scelte del Governo nazionale e per aprire un confronto serio e di merito che non sia propagandistico ma vada incontro alla reali esigenze dei lavoratori».
Al termine dell’iniziativa l’Assemblea generale ha, infine, approvato – su proposta del segretario generale, Franco Grillo – un ordine del giorno di «Solidarietà e vicinanza nei confronti di Mimmo Lucano, in seguito all’aggressivo attacco verbale, perpetrato da Forza Nuova, in vista del convegno organizzato, per il prossimo 19 gennaio, dall’Arci di Crotone».