...


Trasportava bianchetto di illecita provenienza, sequestrato dalla Capitaneria di Porto di Crotone

Al fine di scongiurare tale tipologia di illecito, la Capitaneria di porto di Crotone ha condotto un’attenta attività investigativa che, nella mattinata del 11 febbraio

Comunicato della Capitaneria di Porto

Crotone, mercoledì 13 febbraio 2019.

A poco è valso l’inasprimento delle sanzioni in materia di pesca del prodotto ittico sottomisura introdotto dalla Legge n° 154 del 28 luglio 2016 recante modifiche al D.Lgs 04/2012. Il provvedimento normativo ha previsto la depenalizzazione dell’illecito della cattura di specie ittiche allo stato giovanile prevedendo gravose sanzioni amministrative il cui importo varia a seconda del quantitativo di prodotto illecitamente detenuto.
Al fine di scongiurare tale tipologia di illecito, la Capitaneria di porto di Crotone ha condotto un’attenta attività investigativa che, nella mattinata del 11 febbraio, ha portato al sequestro di prodotto ittico sottomisura. I militari operanti hanno individuato un veicolo intento a trasportare esemplari di novellame di sarda, il cosiddetto “bianchetto”. Il veicolo, sottoposto a ispezione, conteneva pescato di illecita provenienza e, pertanto, il conducente veniva verbalizzato con una pesante sanzione amministrativa.
Il bianchetto sequestrato, dopo ispezione da parte del personale veterinario dell’ASP di Crotone, è stato giudicato non idoneo al consumo umano ed avviato alla distruzione.
La Capitaneria di porto di Crotone, nell’ambito delle competenze istituzionali volte a garantire la tutela del patrimonio ittico e della salute del consumatore finale, proseguirà con mirate attività ispettive lungo tutto il territorio del compartimento marittimo.

296 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *