...


Crotone: Fratelli d’Italia risponde al PD provinciale su variante ss 106

La nota dell’Avv. Giovanni Iaconis responsabile Fratelli d’Italia Crotone

La Redazione

Crotone, domenica 17 febbraio 2019.

Fratelli d’Italia e’ una formazione politica, a livello nazionale e via via fino al locale, che non polemizza per partito preso ma assume un atteggiamento critico, ponendo osservazioni e ragionamenti, ogni qualvolta ai danni dei cittadini, in questo caso crotonesi, vengono proposte promesse meramente elettorali e non basate su riscontri chiari.

Il PD Provinciale Crotonese, a onor del vero, dimostra di non conoscere affatto la questione variante SS 106 prima di tutto perché, come richiamato da diverse testate, l’ANAS nulla sa di presentazione di studio di fattibilità, inoltre se il PD provinciale fosse stato attento avrebbe appurato che la stessa ANAS, nel mese di ottobre ha dichiarato che lo studio di fattibilità non era presente in programmazione, per di più, il 17 dicembre, in occasione della visita del Ministro Toninelli, l’Ing. Ferrara, responsabile ANAS Calabria ha dichiarato che il costo stimato era di 1.100,00 milioni di euro a fronte di una stima data dalla Regione per 1.800,00 milioni di euro.

Possiamo affermare che quando ci mette mano Oliverio i costi lievitano, in un mese 700 milioni in piĂą.

Siamo sempre convinti che ciò che parte dal basso risponde a criteri di esigenza popolare e la variante al megalotto 6 e 9 della SS 106 ha origine da un confronto pubblico, nasce dai cittadini come cittadino è l’ing. Bevilacqua che ha proposto l’idea progettuale.

Per ciò che riguarda il dibattito pubblico, tanto sponsorizzato dal PD, di cui non si coglie alcuna necessità, insistiamo ancora nel ribadire che, ove lo studio di fattibilità, ancora da redigere e presentare, fosse basato sul progetto dell’Ing. Bevilacqua, tale procedure è perfettamente inutile giacchè sul progetto Bevilacqua, la cui stima dei costi è di 650 milioni, si sono già espressi, si ribadisce ancora una volta, 40 amministrazioni comunali delle province di Crotone e Catanzaro e le due amministrazioni Provinciali di Crotone e Catanzaro.

In definitiva ciò che afferma Oliverio, ripreso dal PD provinciale crotonese è propaganda elettorale di basso profilo morale.

Una nota la si vuole dare anche riguardo l’intervento dell’On.le Flora Sculco poichè non si comprende cosa intende per gioco di squadra visto che sino ad ora sulla tematica variante SS 106 non ci è sembrata prendere posizione, oltretutto scontata, al contrario di Fratelli d’Italia che sin dalla raccolta firme pro variante si è adoperata in tutta la provincia.

All’On.le Sculco vogliamo precisare che Fratelli d’Italia non fa polemica ma critica e fa emergere l’operato vuoto , inconcludente e falso di una certa classe politica regionale, targata PD, che sta penalizzando il territorio crotonese.

 

 

261 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *