...


Serie BKT 28esima giornata doppietta di Simy ed il Crotone batte 2-0 la Salernitana

Conquista sul terreno dell’Arechi tre punti d’oro in chiave salvezza

Giuseppe Livadoti

CROTONE, lunedì 11 marzo 2019.

Salernitana 0
Crotone       2

Marcatori: Simy 11°, Simy 85°

Salernitana (3-4-1-2): Micai, Lopez, Odjer, D. Anderson (Orlando), Gigliotti, Di Tacchio, Casasola, Calaiò, Migliorini, A. Anderson (Vuletich), Jallow (Rosina). All. Gregucci

Crotone (3-5-2): Cordaz, Curado, Spolli, Golemic, Valietti, Rohden (Molina), Barberis, Benali, Tripaldelli (Firenze), Simy, Nalini (Machach). All. Stroppa

Arbitro: Manuel Volpi di Arezzo
Coll. Grossi – Luciano
Quarto giudice Niccolò Baroni di Firenze
Ammoniti: Di Tacchio,
Angoli: 10 a 2 per la Salernitana
Recupero: 1 e 5 minuti

La soddisfazione di mister Stroppa al termine della partita:
“Ci stava un successo della Salernitana nei primi minuti ma doveva fare i conti con un Crotone deciso a non perdere. Nel primo tempo un ottimo gol di Simy ci ha permesso di andare in vantaggio. Il buon momento della mia squadra non è insito nel solo incontro di stasera. Ci alleniamo con intensità durante la settimana ed i risultato danno ragione ai miei uomini. Gregucci è stato mio capitano alla Lazio, ritrovarlo come avversario tecnico è stato emozionante. Eravamo preoccupati alla vigilia per alcune assenze forzate, dopo quindi minuti abbiamo perso Nalini e tutto ciò non è cosa da poco. Condurre in porto una partita del genere in maniera positiva è stato merito di tutta la squadra. Inizialmente abbiamo pagato qualcosa in termine di giocate ma con il passare dei minuti i miei si sono convinti di potercela fare. Credo ancora di più nella salvezza dopo Salerno”.
La classifica rispecchia quasi sempre i valori di una squadra, ma per alcune si determina anche da fattori contingenti ad altre situazioni.
È il caso del Crotone di mister Stroppa, in piena zona retrocessione alla vigilia dell’ultima partita perché in tante occasioni è stato penalizzato nel risultato dalle decisioni ostili degli arbitri. Contro la Salernitana in corsa per un posto nei play-off, ha dovuto rinunciare all’utilizzo dell’esterno Sampirisi per una squalifica immeritata. I conti si fanno sempre con l’oste (la squadra che subisce i torti) e questa volta le malefatte del direttore di gara non hanno penalizzato il Crotone nel risultato finale. La Salernitana ha cercato di rientrare negli spogliatoi illeso usando in più occasioni un atteggiamento anti sportivo senza riuscire nell’intento. Di fronte si è trovato un avversario per nulla intimorito e ostinato nel voler conquistare i tre punti. Mister Gregucci dopo lo stop il quinto stop casalingo della sua squadra potrebbe ingrossare le fila degli allenatori esonerati, si parla già di Leonardo Menichini quale probabile sostituto. In precedenza il max responsabile del sodalizio granata, Claudio Lotito, aveva già esonerato Colantuono. Crotone senza lo squalificato Sampirisi e non solo, mister Stroppa ha dovuto rinunciare all’utilizzo diVaisanen (trauma diretto all’inguine a causa di uno scontro di gioco) e Milic (gastroenterite) e sempre per motivi fisici non convocati Pettinari, Tripicchio, Kargbo. Assenze pesanti che hanno indotto il tecnico pitagorico a cambiare con più uomini la precedente formazione lasciando fuori anche Zanellato per motivi tecnico. Inseriti fin dall’inizio Curado, Tripaldelli, Nalini, Valietti. Conferma del modulo 3-5-2 con Valietti e Tripaldelli rispettivamente quarto e quinto di centrocampo. Duo d’attacco con Nalini e Simy.
Mister Gregucci ha contrapposto ai pitagorici le novità Gigliotti, Odjer, D. Anderson, Calaiò, in sostituzione di Pucino, Mantovani, Minala, Djuric e confermando i sette/undicesimi della precedente formazione sconfitta pesantemente a Perugia.
La cronaca: parte bene la Salernitana che obbliga il Crotone a rinchiudersi nella propria metà campo. Al secondo minuto annullato per fuori gioco il gol a Jallow ma per l’occasione la difesa pitagorica si è fatta trovare impreparata. Al decimo minuto traversa di Casasola. Undicesimo minuto Crotone in vantaggio con Simy che dalla distanza mette dentro di destro il pallone fornitogli con il petto da Nalini. Minuto ventiquattro Jallow (il giocatore ha duellato di continuo sulla fascia sinistra con Curado) calcia alto il pallone da buona posizione. La migliore occasione per andare in gol e raddoppiare il vantaggio per la sua squadra la sciupa Benali al minuto trentottesimo ad un passo da Micai. Dopo soltanto ordinaria amministrazione da una parte e dall’altra. Nervoso Calaiò in più occasioni nei confronti di Curado. Nalini ancora una volta ha dovuto abbandonare il campo in anticipo per il riacutizzarsi del problema alla gamba sinistra. Per il giocatore potrebbe essersi conclusa la stagione.
La ripresa non fa registrare una Salernitana aggressiva per merito del Crotone che gestisce bene le giocate a centrocampo e non concede spazi in difesa agli avversari. È la serata di Simy che al minuto cinquantaquattro raddoppia in contropiede dopo l’assist di Machach (ottavo gol stagionale del pitagorico). Minuto settantuno Cordaz dice no al gol dei locali deviando in angolo un pericoloso pallone. Benali non è in serata gol e al settantasettesimo fallisce il terzo gol. Magico Crotone senza alcun timore reverenziale nei confronti dell’avversario e da stasera inizia un altro finale di stagione per la squadra di mister Stroppa. Squadra da sette per come ha saputo contenere tutte le giocate. Curado e Tripaldelli due veterani nonostante la giovane età. Spolli il professore della propria area di rigore. Simy il silenzioso giocatore dell’area avversaria che mette paura ai difensori con i suoi tiri improvvisi. Crotone non più terzultimo ma in zona play-out.

84 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *