...


Cirò Marina allarga l’imposta di Soggiorno alle “Case Vacanze” approvato il nuovo regolamento e tariffe

La Commissione Straordinaria del Comune di Cirò Marina, con i poteri del Consiglio Comunale ha approvato il Nuovo Regolamento e le nuove tariffe dell’imposta in vigore dal 1 maggio 2019

La Redazione

Cirò Marina, mercoledì 24 aprile 2019.

Con deliberazione n° 15 del 14/03/2019, adottata con i poteri del Consiglio Comunale, la Commissione Straordinaria guidata dai Commissari Bonfissuto, Ielo e Zito, ha approvato il Nuovo Regolamento sull’Imposta di Soggiorno nel Comune di Cirò Marina, e le nuove tariffe dell’imposta in vigore dal 01/05/2019.
Sono diverse le novità introdotte dal nuovo atto regolamentare, anche al fine di contrastare il fenomeno dell’evasione/elusione fiscale e garantire il regolare incasso delle somme, che, come previsto dalla legge istitutiva del tributo, sono destinate al finanziamento, tra l’altro, di interventi in materia di turismo, di interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali, nonché dei relativi servizi pubblici locali.
In particolare, è previsto che l’imposta è dovuta per ogni pernottamento nelle strutture ricettive ubicate nel territorio del Comune di Cirò Marina, di cui alla legge regionale in materia di turismo, nonchĂ© negli immobili destinati alla locazione breve, di cui all’art. 4 del DL. 24 aprile 2017 n. 50, convertito, con modificazioni, nella legge 21 giugno 2017, n. 96.
Pertanto, i gestori delle strutture ricettive, i soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, nonché quelli che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in ricerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare sono i responsabili del pagamento dell’imposta, agiscono in qualità di sostituti d’imposta e sono soggetti a tutti gli obblighi e responsabilità inerenti a detta qualifica.
Sono stati introdotti nuovi termini per gli adempimenti a carico dei predetti responsabili dell’imposta. In particolare:
1. devono effettuare il versamento al Comune di Cirò Marina, entro il quinto giorno dalla fine di ciascun mese, ed entro tale termine devono presentare la dichiarazione mensile resa dal legale rappresentante ai sensi del D.P.R. 445/2000, nella quale sono tenuti a rendicontare l’imposta di soggiorno riscossa e versata al Comune;
2. a richiesta sono tenuti ad esibire e rilasciare atti e documenti comprovanti le dichiarazioni rese, l’imposta applicata ed i versamenti effettuati al Comune e devono ottemperare entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta;
3. devono, in caso di chiusura temporanea o definitiva della struttura, entro e non oltre giorni 7 (sette) dalla data di chiusura, informarne il Comune In difetto della predetta comunicazione, rimangono in capo al gestore della struttura tutti gli obblighi e gli adempimenti previsti nel presente Regolamento;
4. devono, in quanto agenti contabili c.d. “di fatto” trasmettere al Comune in formato cartaceo (o con altra procedura che sarĂ  attivata e comunicata dall’Amministrazione comunale), entro il 31 gennaio il conto della gestione relativo all’anno precedente (secondo le modalitĂ  previste dalle norme vigenti), redatto su modello n. 21 approvato con DPR 194/1996, ai fini della verifica da parte dell’Amministrazione comunale e della successiva trasmissione alla sezione regionale di controllo della Corte dei conti.

Per semplificare e velocizzare gli adempimenti di cui sopra è stato previsto che il Comune di Cirò Marina, in attuazione dei principi di trasparenza ed informatizzazione dell’attività amministrativa, si riserva di fornire ai responsabili del pagamento dell’imposta, tramite il proprio portale, una piattaforma informatica on-line, mediante la quale gli stessi dovranno assolvere a dette incombenze.
Particolare rilievo assume l’attività di accertamento, di verifica e controllo disciplinata dall’art. 9 del predetto regolamento, nonché l’applicazione di sanzioni e interessi di cui al successivo art. 10 in caso di violazioni regolamentari accertate.
Al riguardo, è previsto che il controllo sarà effettuato utilizzando i vari strumenti normativamente previsti per il recupero dell’evasione ed elusione fiscale e che a tal fine il Comune potrà richiedere ai competenti uffici pubblici dati, notizie ed elementi rilevanti relativi ai soggetti passivi ed ai gestori delle strutture ricettive.
Inoltre l’Ente potrà chiedere ai responsabili delle strutture ricettive ed ai soggetti passivi, che saranno tenuti ad ottemperare entro 30 giorni dal ricevimento della richiesta, atti, documenti, dati o notizie, ancorché inerente all’applicazione dell’imposta ovvero inviare questionari relativi a dati e notizie di carattere specifico, con invito a restituirli compilati e sottoscritti.
Per quanto concerne la misura delle tariffe, le stesse sono state pressochĂ© confermate rispetto agli anni precedenti, ad eccezione della tariffa per pernottamenti presso alberghi categoria quattro stelle e superiori aumentata da € 1,00 a € 2,00 e presso strutture ricettive all’aperto – campeggi -categoria 3 stelle – variata da € 0,30 a € 0,50 al giorno.
Si rammenta, inoltre, che con precedente delibera n° 31 del 04/10/2018 era stato eliminato il limite massimo di sette pernottamenti consecutivi, oltre i quali non era dovuta l’imposta di soggiorno.
Si precisa, infine che delegato alle attività organizzative e gestionali relative alla riscossione dell’imposta è il Comando di Polizia Municipale del Comune di Cirò Marina.

817 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *