...


Controlli della Polizia e Ispettori Sanitari su attivitĂ  commerciali a Crotone

Controlli effettuati dalla Squadra di Polizia Amministrativa, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza e ad Ispettori Sanitari del servizio S.I.A.N. dell’A.S.P. di Crotone

Comunicato della Questura

Crotone, domenica 26 Maggio 2019.

Nella giornata di venerdì 24 maggio 2019, personale della Questura di Crotone Divisione P.A.S.I. – Squadra di Polizia Amministrativa, unitamente a personale del Reparto Prevenzione Crimine di Cosenza e ad Ispettori Sanitari del servizio S.I.A.N. dell’A.S.P. di Crotone, ha effettuato controlli amministrativi in questo centro cittadino, all’esito dei quali:

presso un’attivitĂ  di somministrazione di alimenti e bevande si identificavano 8 dipendenti, per i quali si invitava la titolare presso questi Uffici al fine di portare in visione relativi contratti di assunzione. In prosecuzione, congiuntamente al citato personale sanitario, si procedeva al sequestro amministrativo di kg. 13,5 circa di prodotto di genere alimentare (carne e pesce), in quanto risultato essere privo di tracciabilitĂ  ed etichettatura. Inoltre, personale del S.I.A.N. impartiva inoltre prescrizioni di adeguamento di carattere igienico – sanitario, e richiedeva ulteriore esibizione documentale;

presso un’attivitĂ  di somministrazione di alimenti e bevande, si identificava una dipendente, la quale risultava essere sprovvista di regolare contratto di assunzione (in nero). In merito si procedeva ad interessare il competente Ispettorato Territoriale del Lavoro di Crotone. Inoltre, personale del S.I.A.N., al termine delle verifiche di competenza, impartiva prescrizioni di adeguamento di carattere igienico – sanitario, e richiedeva ulteriore esibizione documentale;

presso un’attivitĂ  di somministrazione di alimenti e bevande non si riscontravano irregolaritĂ , altresì, personale del S.I.A.N., al termine delle verifiche di competenza, impartiva prescrizioni di adeguamento di carattere igienico – sanitario, e richiedeva ulteriore esibizione documentale.

144 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *