...


Usb Vigili del Fuoco: se toccate il colonnello Sergio De Caprio toccate tutti, SolidarietĂ  al colonnello ultimo

E’ quanto affermano per i referenti del Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Calabria, Sicilia, Ca,pania, Puglia e Lazio

La Redazione

Catanzaro, lunedì 10 Giugno 2019.

E’ proprio dal silenzio piĂą assordante e nell’abbandono piĂą totale che nascono le voci ed i caratteri che si ribellano, si ribellano appunto contro un sistema ed un mondo che gira sempre di piĂą al contrario, in cui piano piano tenta in tutti modi prima di isolarti e poi di abbandonarti, quello Stato con la sua sfilza di uomini e di donne del Governo che avrebbero dovuto appunto tutelarti e proteggerti in toto. Domani 11 giugno il TAR del Lazio dovrĂ  giudicare nel merito se il Colonnello Sergio De Caprio, meglio conosciuto come Ultimo è in pericolo e deve avere una tutela, quindi continuare ad avere quel sacrosanto diritto alla scorta, oppure no come sostenuto dai colletti bianchi del Ministero dell’Interno, quello stesso Ministero dell’Interno che lascia noi Vigili del Fuoco a morire senza copertura INAIL – pensate e riflettete un po’ gente! Noi combattenti del sacrificio che non paga dei Vigili del Fuoco dell’Unione Sindacale di Base a tutto questo ancora una volta non ci stiamo, come non abbiamo accettato tutte le altre ingiustizie perpetrate nei confronti del Colonnello Sergio de Caprio e per l’ennesima volta ci esponiamo per tutelarlo, non è possibile che un diritto del genere venga tolto a chi ha combattuto contro uno dei mali principali del nostro paese e a chi ha ridato giustizia a chi ha combattuto a sua volta per darla ad un intera nazione (Giovanni Falcone, Paolo Borsellino, Placido Rizzotto, Peppino Impastato, Carlo Alberto Dalla Chiesa, ecc…), ecco perchĂ© vogliamo esprimere altissima solidarietĂ  al Colonnello Ultimo e ancora una volta gli diciamo che dentro quell’aula domani noi combattenti dei Vigili del Fuoco di USB saremo con lui, tutti al suo fianco e soprattutto affiancheremo il suo cuore, sussurrandogli ancora una volta: «lei Colonnello non sarĂ  mai da solo». Inoltre vogliamo lanciare un appello pubblicamente a tutto l’intero popolo italiano (giovani, anziani, lavoratori, pensionati, ecc…) invitiamo tutti ad accodarsi nel fare un piccolo gesto nella giornata di domani, fuori dai nostri balconi e finestre mettiamo un lenzuolo e/o striscione con scritto #11SIAMOTUTTIILCOLONNELLOSERGIODECAPRIO. Non ci sono parole per esprimere tutta questa ingiustizia e abbattimento, ma abbiamo imparato sulle nostre relative schiene che alle volte la stanchezza può diventare forza, e noi domani 11 giugno saremo dei falchi che voleranno alto insieme allo stesso Colonnello Sergio De Caprio, per costruire attorno a lui una catena umana, poichĂ© se lo Stato abbandona il Colonnello Ultimo noi lavoratori del “donarsi” senza avere nulla in cambio non saremo mai come loro ed appunto ci stringiamo attorno a lui. Vogliamo chiedergli scusa, scusa se quello che facciamo noi combattenti di USB VV.F. non è mai abbastanza per lui, ma vorremmo fare sempre di piĂą, affinchĂ© sentisse tutto il nostro amore da donare al suo cuore, perchĂ© domani i nostri cuori si stringeranno attorno alla sua persona, perchĂ© essere combattenti non è arrivare primi ma è condividere, camminare e contare insieme gli stessi passi, perchĂ© la sua vittoria è la nostra vittoria e viceversa, poichĂ© nel gergo della lotta di strada per la conquista dei diritti, quando tocchi uno tocchi tutti.

per Il Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Calabria
Silipo Giancarlo

per Il Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Sicilia
Abate Alfredo

per Il Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Campania
Rota Raffaele

per Il Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Puglia
Bitetto Francesco

per Il Coordinamento Regionale Vigili del Fuoco USB Lazio
Terella Giovanni

102 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *