...


RigeneriAMO la Natura! In Calabria le dune di Sovereto che ricadono nell’Area marina protetta di Isola Capo Rizzuto

In Calabria le dune di Sovereto da salvare con una raccolta fondi nella Notte della Taranta

La Redazione

, domenica 07 Luglio 2019.

Legambiente
e Intesa Sanpaolo hanno deciso di condividere una campagna
straordinaria di raccolta fondi per la ventiduesima edizione de La Notte
della Taranta, che quest’anno diventerà ecosolidale e ha l’obiettivo di
salvare quattro oasi tra cui le dune di Soveretonel Comune di Isola Capo Rizzuto, piĂą volte violentate da incendi dolosi.

Grazie al contributo di tutte le persone che decideranno di partecipare a “RigenriAMO la Natura”,
infatti, sarĂ  possibile riqualificare, con progetti semplici e
concreti, le dune che ricadono nell’Area marina protetta di Isola di
Capo Rizzuto.

Per
presentare l’iniziativa e la raccolta fondi, che si protrarrà fino alla
fine di settembre, La Notte della Taranta è arrivata fino a Reggio
Calabria, il 4 luglio. I danzatori del Corpo di Ballo de La Notte della
Taranta e i ballerini della scuola di danza Progetto Salsa di Reggio
Calabria, in collaborazione con ANMB (Associazione Nazionale Maestri di
Ballo), sono stati presenti per promuovere la raccolta fondi che
consentirĂ  di rigenerare le dune di Sovereto con un progetto di 33.000 euro.
Il progetto è stato illustrato dal presidente di Legambiente Calabria
Francesco Falcone e dal responsabile nazionale aree protette e
biodiversitĂ  di Legambiente Antonio Nicoletti.

L’area
oggetto di intervento, inserita in una Zona speciale di Conservazione
dell’Area marina protetta di Isola Capo Rizzuto, ha una forte valenza
naturalistica e turistica data anche la vicinanza con la rinomata
localitĂ  di Le Castella e la zona archeologica di Capo Colonna. La
spiaggia ed il bosco di Sovereto sono facilmente raggiungibili
percorrendo alcune strade comunali che conducono ad un campeggio posto
sulla sommità della duna e all’inizio del bosco che negli ultimi anni ha
subito aggressioni da parte di piromani e speculatori che hanno provato
a piĂą riprese a realizzare opere abusive.

L’intervento che si realizzerĂ  grazie ai fondi raccolti prevede la riqualificazione del sistema dunale di
Sovereto e della relativa spiaggia, attraverso il ripristino degli
habitat dunali e retrodunali e la realizzazione di interventi di
ingegneria naturalistica e la piantumazione di specie autoctone della
macchia mediterranea. Sono previste tre diverse tipologie di interventi:
a) la risistemazione del sentiero esistente di accesso al bosco ed alla
spiaggia nonché delle infrastrutture turistiche dedicate; b) la
protezione del piede della duna e il ripristino del cordone dunale con
tecniche di ingegneria naturalistica; c) l’attività di sensibilizzazione
del pubblico alla salvaguardia degli habitat attraverso la riduzione
dei rifiuti e l’uso di materiali alternativi alla plastica monouso.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *