...


Crotone. fiume Esaro il più bel verde naturale (erbacce alte oltre un metro) della Città: come natura crea l’Amministrazione conserva

Crotone ha anche il suo viale lungo qualche chilometro di “verde naturale” (erbacce alte oltre un metro). Un bel vedere che l’Amministrazione comunale dovrebbe interessarsi perchĂ© sia il 56esimo sito italiano Patrimonio dell’Unesco. In questo periodo, in assenza di abbondanti piogge, la siccitĂ  a Crotone dura diversi mesi, il verde è di un tale  splendore […]

Giuseppe Livadoti

CROTONE, mercoledì 10 Luglio 2019.

Crotone
ha anche il suo viale lungo qualche chilometro di “verde naturale” (erbacce
alte oltre un metro). Un bel vedere che l’Amministrazione comunale dovrebbe
interessarsi perché sia il 56esimo sito italiano Patrimonio dell’Unesco. In
questo periodo, in assenza di abbondanti piogge, la siccitĂ  a Crotone dura
diversi mesi, il verde è di un tale 
splendore da stimolare artisti del pennello ad immortalarlo.  Non solo vialone verde, in assenza di piogge
il fiume Esaro si trasforma in una trincea alla cui base si trova di tutto:
copertoni, rifiuti ingombranti, sanitari sostituiti, qualche carcassa di
animale. Una vera discarica a cielo aperto che oltre a trasmettere odori nauseabondi
è il luogo dove si riproducono zanzare ed altri insetti. Una situazione che in
questo periodo d’estate, quando l’Esaro è secco e quindi non c’è acqua che
scorre verso il mare  trascinandosi ogni
cosa, crea notevole difficoltĂ  a centinaia di famiglie che vivono nei quartieri
San Francesco, Fondo GesĂą e altre abitazioni a ridosso del fiume.  Per migliaia di persone una vera
“sopravvivenza” per ciò che rappresenta l’Esaro in questo periodo. Nessuna
pulizia viene fatta periodicamente in prossimità dell’arrivo dell’estate
nonostante le continue segnalazioni, anche attraverso la stampa, da parte degli
abitanti. L’ambiente malsano è il nemico numero uno del vivere sano.

.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *