...


Stabilizzati 15 ex Lsu/Lpu nel Comune di Soverato, Mingrone e Tallarico (CISL Magna Graecia): è un segnale molto importante

La nota del Segretario Generale della UST CISL Magna Graecia, Francesco Mingrone, e il Segretario Generale della FP CISL Magna Graecia Luigi Tallarico

La Redazione

Soverato, mercoledì 14 Agosto 2019.

La notizia della stabilizzazione di 15 ex Lsu/Lpu nel Comune di Soverato è un segnale molto importante. Lo affermano in una nota il Segretario Generale della UST CISL Magna Graecia, Francesco Mingrone, e il Segretario Generale della FP CISL Magna Graecia Luigi Tallarico che hanno voluto esprimere il proprio plauso all’amministrazione comunale guidata dal sindaco Francesco Ernesto Alecci.
“La stabilizzazione di questi lavoratori – si legge nella nota – è un fatto di grande rilievo in un momento così particolare e difficile della vita del nostro Paese – E la CISL lo vuole rimarcare a chiare lettere perchĂ©, attraverso le sacrosante e giuste stabilizzazioni, si crea lavoro vero, lavoro di qualitĂ . E’ dal 1998 che queste persone , questi lavoratori, svolgono attivitĂ  a nero privi di qualsivoglia contribuzione, per la pubblica amministrazione. Sono ancora tantissimi i lavoratori, in Calabria, provenienti dal bacino degli Lpu/Lsu – circa 4500 – in attesa di essere stabilizzati. L’auspicio è, quindi, quello che le altre amministrazioni – così come accaduto a Soverato in questi giorni – possano e riescano a seguire l’esempio del comune ionico. Lavoratori che vogliamo ricordare, sono essenziali per l’ordinario funzionamento della macchina amministrativa. L’appello va, dunque, ai sindaci: procedete alle stabilizzazioni laddove i piani dei fabbisogni triennali di personale hanno individuato e certificato la presenza di posti vacanti ricorrendo alle procedure prescritte dall’articolo 20 del decreto legislativo 75/17 e di favorire la mobilitĂ  di coloro che possono trovare utile collocazione in enti dove sussistono posti vacanti, in attesa che si sblocchi qualcosa a livello normativo per poter stabilizzare anche come soprannumerari coloro che non rientrano al momento nei piani del fabbisogno ma svolgono ugualmente servizi essenziali”.

57 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *