...


In molte regioni d’Italia ormai si ragiona nell’ottica del 5G, in Calabria la copertura rete mobile è a macchia di leopardo

E’ quanto afferma nella nota Michele Gigliotti di Adiconsum Calabria

La Redazione

Catanzaro, venerdì 30 Agosto 2019.

La
tecnologia è diventata ormai parte integrante di tutte le attività
quotidiane che svolgiamo sia in ambito lavorativo che durante il tempo
libero. Diversi sono gli strumenti che consentono di utilizzarla al
meglio, ma certamente il mezzo più utilizzato è lo smartphone che per
funzionare necessita di una rete dati e voce efficiente per scaricare e
inviare dati. Se in molte regioni d’Italia ormai si ragiona in ottica 5G
in Calabria in diverse zone si fa fatica addirittura e rispondere ad
una semplice telefonata e spesso operazioni ormai di routine come
trasmettere una foto, un breve video o inviare una mail diventano
imprese impossibili. Secondo il presidente dell’ADICONSUM Calabria
Michele Gigliotti la scarsa copertura, infatti, riguarda tutti gli
attuali gestori della telefonia mobile. Secondo opensignal, un signal
toolkit che ottiene le informazione dagli utenti che scaricano e
utilizzano l’app, nelle zone periferiche appena fuori dai centri abitati
la disponibilità di connettività 4G è molto bassa e spesso registra una
assenza totale di connettivitĂ  4G appena ci si allontana di qualche km.
Nelle cittĂ  calabresi il segnale 4G, in linea generale, non dĂ  problemi
ma nelle zone periferiche -anche purtoppo in quelle a vocazione
turistica- la situazione è disastrosa. In Calabria, infatti, numerose
sono le segnalazioni ricevute in questo senso da ADICONSUM non solo da
vacanzieri e turisti ma anche da cittadini residenti. Ci auguriamo
vivamente -afferma Gigliotti- che le risorse per investire nel sistema
ultra veloce 5G non abbiano come spiacevole “altra faccia della
medaglia” il comparire sulla barra di stato dei dispositivi mobili dei
consumatori calabresi la fatidica “E” (totale assenza di campo) che ci
riporterebbe indietro di decenni. Le compagnie telefoniche spingono il
consumatore ad avere sempre maggiore disponibilitĂ  di gigabyte e di
minuti e approfittano di un aumento dei costi promuovendo connessioni
super veloci che in realtĂ  non sempre corrispondono alla realtĂ . Sarebbe
opportuno realizzare una rete mobile capillare con un sistema 4G a
copertura totale e non parziale e, raggiunto tale obiettivo,
successivamente pensare a sistemi piĂą celeri e moderni che abbiano
l’obiettivo di connettere davvero tutti con la stessa efficienza e
velocitĂ .

45 visite 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *