...


A Venezia illustrata la “Legge Cinema”, presentati Film sostenuti dal Bando Calabria Film Commission e annunciato Click Day

Ieri pomeriggio, nell’Italian Pavilion, annunciati i progetti ammessi alla terza finestra del bando a sostegno di produzioni audiovisive. Ospiti i registi e produttori che saranno sostenuti dal bando

La Redazione

Catanzaro, lunedì 02 Settembre 2019.

“La Calabria finalmente si dota di una legge regionale sul cinema. Un momento storico per il settore sul nostro territorio. Un utile strumento legislativo che darĂ  nuovo impulso all’intero comparto, fortemente voluto dal Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio Mario Oliverio che ringrazio per la sua sensibilitĂ  e la volonta di mettere a sistema l’intera filiera cinematografica calabrese. Un plauso all’intero consiglio regionale che ha creduto in questo sogno ora diventato realtà– esprime così la sua viva soddisfazione il Presidente della Calabria Film Commission, Giuseppe Citrigno e aggiunge – si apre così una nuova ed entusiasmante fase per il cinema in Calabria”. Illustrata, questo pomeriggio, nell’Italian Pavilion (Hotel Excelsior-Venezia Lido) la nuova legge cinema regionale e annunciati i vincitori della seconda finestra del bando per le produzioni audiovisive 2019. A relazionare: Giuseppe Citrigno, Presidente Calabria Film Commission; Salvatore Bullotta, responsabile amministrativo per l’assessorato Cultura Regione Calabria, Mario Oliverio; avv. Pasquale Gallo, legale della Calabria Film Commission e Massimo Galimberti, membri della commissione valutatrice del bando. 

Ben 10 milioni di euro da investire nel settore cinema nel triennio 2019/2021. Una legge, dunque, che punta a sostenere e stimolare, con continuitĂ  di azione, il progressivo sviluppo qualitativo e quantitativo della cultura e della filiera cinematografica in Calabria fornendo un importante supporto finanziario, strutturale, promuovendo la produzione di opere cinematografiche, televisive, web, audiovisive e pubblicitarie italiane ed estere in Calabria. 

“Si tratta di un importante investimento per la Calabria che crede nel settore cinema come volano di sviluppo per la crescita del territorio – spiega Salvatore Bullotta, delegato per il Presidente della Regione Calabria Mario Oliverio – l’obiettivo è quello di creare un circolo virtuoso, nuova occupazione e attrarre interesse dall’esterno verso la Calabria– e aggiunge- dimostrando che si tratta di un territorio ricettivo per progetti artistici di qualitĂ – e conclude-siamo lieti di constatare che sia nata una nuova generazione di giovani professionisti del settore giĂ  pronti a essere competitivi su scenari nazionali e internazionali. Il nostro impegno, attraverso la Calabria Film Commission, è quello di sostenerli e di puntare alla loro crescita”.

Tra gli obiettivi della legge: promuovere e sostenere la nascita e lo sviluppo di un distretto dell’industria cinematografica e audiovisiva locale così come ha spiegato tecnicamente l’avvocato Gallo, legale della fondazione. Puntando allo sviluppo e alla produzione di opere cinematografiche e audiovisive realizzate nel territorio regionale e per agevolare lo sviluppo di professionalitĂ  nel settore e di sinergie con altri settori produttivi e professionali. Naturalmente, si rafforza la volontĂ  di attrarre produzioni nazionali e internazionali, al fine di favorire la valorizzazione e la promozione della conoscenza del patrimonio paesaggistico, culturale, ambientale, enogastronomico e sociale del territorio regionale e il cineturismo. La legge non dimentica, questa una delle novitĂ  interessanti, gli esercenti. Puntando a  sostenere lo sviluppo di una rete di esercizi cinematografici diffusa, concorrenziale e di qualitĂ , con particolare attenzione per gli esercizi storici e per le sale d’essai. Un plauso, inoltre, proprio su questa voce arriva dal Presidente nazionale della Fice (Federazione Italiana Cinema D’essai), Domenico Di Noia presente all’incontro che sottolinea l’importanza di sostenere le sale per incentivare la visione del cinema autoriale in un territorio come la Calabria. 

La legge prevede, inoltre,  il sostegno e la promozione di manifestazioni di preminente interesse per la vita culturale, sociale, economica e turistica, sia attraverso il sostegno a festival, rassegne e premi che a progetti di catalogazione, digitalizzazione e conservazione del patrimonio cinematografico ed audiovisivo regionale. Inoltre, saranno messi in campo progetti diretti alla crescita dei giovani talenti e delle nuove professionalitĂ , anche attraverso azioni mirate alla formazione e qualificazione tecnica degli operatori del sistema cinematografico ed audiovisivo. Nella legge sono quindi dettagliate le funzioni della Film Commission Regione Calabria, prevedendo in particolare il compito di favorire lo sviluppo del comparto audiovisivo locale e delle infrastrutture materiali e immateriali affidandole le funzioni di organismo con compiti di attuazione, sostegno e coordinamento delle attivitĂ  e politiche cinematografiche e audiovisive, adeguandone la struttura organizzativa in relazione agli ambiti e agli interventi previsti, al fine di garantire competenza, efficienza e semplificazione.

 â€śSiamo lieti dell’esito della seconda finestra del nostro nuovo bando per le produzioni audiovisive. Un bilancio piĂą che positivo per questo secondo step. Hanno partecipato numerosi progetti di altissima qualitĂ  â€“ dichiara il Presidente Citrigno a margine della conferenza stampa durante la 76 edizione del Festival di Venezia – Stiamo avendo ottimi risultati, in particolare, in questa seconda finestra abbiamo puntato sui nostri giovani autori emergenti al loro primo lungometraggio dopo gli ottimi risultati ottenuti con i loro corti.Questa scelta ci sta premiando e ci induce a continuare su questa strada”. Annunciati, dunque, i progetti ammessi nella seconda finestra del nuovo bando di incentivi pubblici per l’attrazione di produzioni audiovisive e cinematografiche nazionali e internazionali nel territorio della Regione Calabria. Sei lungometraggi e due cortometraggi. Questo il bilancio del secondo step del bando. Illustrata, dunque, la graduatoria e annunciati i film che saranno sostenuti nel 2019 dalla Calabria Film Commission. I sei lungometraggi che saranno sostenuti sono: â€śIl buco” di Michelangelo Frammartino prodotto da Doppio Nodo srl; “Regina” di Alessandro Grande prodotto da Bianca srl; “Inossidabile cuore” di Mario Vitale prodotto da Indaco srl; “Ostaggi” di Eleonora Ivone della Wake Up production srl; “Gli anni belli” di Lorenzo D’Amico della Bendico srl; “Weekend” di Riccardo Grandi prodotto da Camaleo srl. 

Entusiasmo e voglia di tornare a girare in Calabria questo ciò che emerge dalle parole degli autori che, a margine della conferenza stampa, hanno salutato il pubblico e a cui la Calabria Film Commission ha augurato buon lavoro. Un incontro soprattutto per tracciare un bilancio sulla seconda  finestra del bando affidato alle parole dei membri della commissione esaminatrice: Massimo Galimberti; Massimo Causo e Pasquale Gallo e per annunciare il click day. L’apertura della terza finestra fissata proprio per il 2 settembre e chiusura prevista per il 1 ottobre 2019. Il bando è on line, sul sito della Fondazione www.calabriafilmcommission.it.Possono presentare domanda di ammissione al contributo, per la prima fase, entro e non oltre il 1 ottobre 2019 le reti di produzione cinematografica e/o audiovisiva aventi sede in Italia (codici ATECO 59.11 o 59.12), in uno dei Paesi dell’Unione Europea (classificazione equivalente NACE Rev. 2 59.11) o in un Paese extraeuropeo a condizioni di reciprocitĂ . Possono inoltre presentare domanda di ammissione al contributo, per le sole categorie “Cortometraggi” e “Documentario”, gli stessi soggetti di cui sopra unitamente alle associazioni culturali senza scopo di lucro, quest’ultime escluse per le categorie precedenti. 



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *