...


Cirò Marina “CittĂ  dei bambini”, rinnovato l’impegno del “Baby Kinder Park” in occasione della “Giornata internazionale dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza”

Il Polo D’Infanzia ha celebrato ancora una volta con i suoi baby l’evento, a suon di musica, coreografie e temi laboratoriali dedicati

Oscare Grisolia

Cirò Marina, mercoledì 20 Novembre 2019.

Cirò Marina “Città dei bambini” dove i diritti, però, siano concretamente a casa loro. Questo il non dimenticato, ancora perseguito sogno e desiderio della Dirigente del Polo D’Infanzia Baby Kinder Park, Lucia Sacco. Un sogno che è ritornato ancor più desiderato, oggi 20 novembre in occasione della giornata internazionale dedicata ai Diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, laddove si è rinnovato l’impegno della Cooperativa Sociale I Tre Melograni, ente gestore della scuola paritaria “Baby Kinder Park” per sottolineare ancora una volta, l’importanza e la necessità di tutelare il loro e, conseguentemente, il nostro futuro, attraverso azioni e interventi volti a tutelarne i diritti, i loro tanti diritti spesso disattesi, ma ai quali bisogna dare voce per un futuro dove i diritti siano la normalità e non l’eccezione. Quei sogni che possono trovare risposte positive e attente da parte di tutti gli Istituti educativi preposti, famiglia, scuola e società civile, che intervenendo fattivamente, devono contribuire a rafforzare il tema dei diritti dell’infanzia e dell’adolescenza, riconoscendo quanto sia importante l’impegno di tutti, “per una società più consapevole, laddove è dovere degli adulti e delle stesse istituzioni, garantire loro un ambiente più vivibile e a misura di bambino, dove il gioco, l’istruzione, la cultura, la legalità, lo sport, l’amicizia, tutti i valori positivi, diventino la normalità. Da anni il Polo D’Infanzia Baby Kinder Park, sottolinea la dirigente Lucia Sacco, “con innumerevoli attività, convegni, incontri, progetti, ha posto l’accento su quanto sia imprescindibile e importante investire sull’educazione e cura della prima infanzia”. “Quanto sia importante e centrale la figura genitoriale e quindi la famiglia, la scuola e le stesse Istituzioni che sembrano non accorgersi dell’evidente momento storico, che disattende tali obiettivi e della forte diminuzione della natalità. Se pur senza eccessivi proclami e iniziative, Il Polo D’Infanzia ha celebrato ancora una volta con i suoi baby l’evento, a suon di musica, coreografie e temi laboratoriali dedicati. Un rinnovato impegno del Polo D’Infanzia baby Kinder Park e della Cooperativa Sociale I Tre Melograni che crede nel progetto più generale di un’unità sociale che parla di un territorio che ha la necessità di liberarsi dei suoi “atavici problemi”, per ritrovare la strada dello stare insieme, del rispetto, dell’unità sociale, il che passa anche dalla lotta alla criminalità e ai suoi condizionamenti. Una domanda che la cooperativa sociale tutta si è posta: “quanto bisognerà attendere ancora perché i diritti dell’infanzia, ma anche quelli più complessivi umani, diventino “leggi” e non soltanto carta scritta e annunciazioni? Troppi colpevoli ritardi, un apparato Comunale e regionale lento e troppo burocratizzato, sicuramente non favoriranno una cambio di passo efficace. Ma forse proprio per questa “incapacità” Istituzionale, sarebbe opportuno che chi opera in questo delicato mondo dell’infanzia dell’adolescenza, facente parte del cosiddetto Terzo settore, oltre naturalmente all’imprescindibile ruolo del mondo scolastico, cominci a farsi carico del grido d’allarme che proviene dalle famiglie, dall’infanzia e da chi opera in loro favore. E in quel “tutti”, anche attenzione all’integrazione degli immigrati, dei figli abbandonati, di quelli abusati, delle famiglie monoparentali, dei diversamente abili, ecc. Come dicevamo in apertura, fra canti, balli e slogan, i baby con le dirigente e le insegnanti, hanno celebrato questa giornata volendo ricordare e significare a tutti, quanto sia bello essere bambini, danzando fuori dalla stessa struttura scolastica.



image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarĂ  pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *