NOTIZIARIO DEL COMPRENSORIO CALABRESE

Gli alunni delle scuole di Cirò Marina e Carfizzi a Teatro con “Giufà”

Fine settimana a teatro per gli alunni della Scuola primaria Ferrari, Karol Wojtyla e Butera, per la scuola media Don Bosco , la Scuola Primaria di Carfizzi e la scuola dell’infanzia Baby Kinder Park e Siciliani

Cirò Marina, domenica 16 Febbraio 2020

L’occasione è stata l’organizzazione di uno spettacola teatrale giunto alla sua sesta edizione a cura della Compagnia Teatrale Krimisa e la Fondazione Città di Cirò Marina, che sono riusciti anche quest’anno a coinvolgere, nell’accogliente teatro Alikia , i bambini e i ragazzi , per la diffusione della cultura attraverso la più nobile e la più antica delle arti sceniche. Come ci hanno riferito gli organizzatori, “è stato un tripudio di musica, colori, canti e risate, con un pizzico di momenti di riflessione”. A recitare e mettere in scena il racconto del famoso “Giufà” l’orami conosciuta e famosa Compagnia del Teatro Stabile Nisseno che ha deliziato e fatto divertire i tanti piccoli e bambini presenti in teatro. Un lavoro teatrale che ha raccontato “una storia di amicizia e di simpatia che, strizzando l’occhio alla commedia dell’arte e al musical, ha fatto rivivere temi importanti, come la lealtà, il bullismo, il rispetto reciproco.” Uno spettacolo teatrale che è diventato a tutti gli effetti un momento didattico importante, dove l’alunno e le sue emozioni diventano il centro di un colorato mondo, in cui la fantasia avvolge e coinvolge. Un lavoro musicale e teatrale fantastico, ispirato agli antichi racconti del mitico Giufà, tramandati di generazione in generazione attraverso l’arte del racconto. “Giufà , da perfetta maschera Siciliana , è anche e soprattutto un eroe un po’ stralunato e impacciato che ritroviamo in moltissimi racconti in tutti i continenti. Una sorta di figura retorica che racchiude in un suo mondo fantastico a volte l’entusiasmo e a volte le insicurezze della vita. A dare un tono festoso e piacevole a tutta l’opera, le musiche originali firmate dal maestro Corrado Sillitti e la sapiente regia di Francesco Miceli. Bravissimi tutti gli attori, perfettamente calati nei propri ruoli che hanno saputo creare la giusta empatia con la platea più bella e sincera del mondo, quella caratterizzata dall’innocenza dei bambini.

La Redazione