...


Il nano quacchero e gli schiavi

Partiamo dalla fine, per comodità ermeneutica: “In definitiva, Benjamin Lay è stato un ultra radicale ambientalista e vegetariano con una chiara coscienza in materia di classe, genere e razza. Prima di leggere questo libro, forse la maggior parte dei lettori riteneva che una tale combinazione di con continua a leggere su “IL FOGLIO” >>

La Redazione 24

, lunedì 17 Febbraio 2020.

Partiamo dalla fine, per comodità ermeneutica: “In definitiva, Benjamin Lay è stato un ultra radicale ambientalista e vegetariano con una chiara coscienza in materia di classe, genere e razza. Prima di leggere questo libro, forse la maggior parte dei lettori riteneva che una tale combinazione di con
continua a leggere su “IL FOGLIO” >>

image_print
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *