I Carabinieri della Compagnia di San Marco Argentano, nell’ambito di un predisposto servizio di controllo del territorio, hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due persone ritenute responsabili, a vario titolo, di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente e tentato furto aggravato. In particolare, un 31enne di San Lorenzo del Vallo, già noto alle forze dell’ordine, nel corso di una perquisizione domiciliare eseguita dai militari della locale Stazione e dell’Aliquota Operativa di San Marco Argentano, è stato trovato in possesso di 34 gr. di sostanza stupefacente del tipo “marijuana”, contenuta in due distinti involucri in cellophane, sottoposta a sequestro unitamente ad un bilancino di precisione. Un 29enne originario di Fuscaldo, censurato, è stato invece sorpreso dai militari dell’Aliquota Radiomobile di San Marco Argentano mentre era intento a caricare, all’interno della propria autovettura, varie taniche di gasolio poco prima prelevato dai serbatoi dei tir parcheggiati nel piazzale di un’azienda di trasporti in località Cona di Tarsia. Nell’ambito del medesimo servizio sono stati altresì deferiti in stato di libertà un 28enne originario di Cassano allo Jonio per porto ingiustificato di armi, in quanto trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale e veicolare, di un coltello a serramanico, con lama di 8 cm circa di lunghezza, sottoposto a sequestro ed una donna 35enne, di Spezzano Albanese, ritenuta responsabile del furto di gas metano previa manomissione del contatore precedentemente sigillato, per morosità, dal personale della società erogatrice. Un 43enne di Tarsia è stato, infine, segnalato al Prefetto di Cosenza quale assuntore di sostanza stupefacente, in quanto trovato in possesso, a seguito di perquisizione personale e veicolare, di frammenti di sostanza stupefacente del tipo “eroina brown sugar”, per cui si è proceduto anche al contestuale ritiro della patente di guida.